Modigliani a Livorno, la mostra si arricchisce con i capolavori della collezione Alexandre

In esposizione anche alcune opere provenienti dalla collezione del medico francese che fu amico e primo mecenate di Dedo. La conferma dell'assessore alla cultura Lenzi

Marc Restellini lo aveva anticipato il giorno della firma del contratto, lasciando intuire che l'operazione potesse andare effettivamente in porto. E in quello di Livorno, o meglio, poco più in là, al Museo della Città, alcune opere di Modigliani provenienti dalla collezione Alexandre ci arriveranno davvero. A confermarlo, dopo l'anteprima forse involontariamente sfuggita nell'avviso pubblicato per la ricerca di sponsor, è lo stesso assessore alla cultura del comune di Livorno, Simone Lenzi, a margine dell'altra esposizione, questa fotografica, presentata ai Bottini dell'Olio e aperta da giovedì 26 settembre (Luci di Livorno, fotografie di George Tatge).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli artisti in catalogo della mostra dedicata a Modigliani

Paul Alexandre, il medico amico e mecenate di Modigliani

"Sì, possiamo dirlo: dalla collezione Alexandre arriveranno altri capolavori". Probabilmente una dozzina, quelli del giovane Dedo di cui Paul Alexandre fu grande amico oltre che mecenate. Fu proprio il medico francese ad aiutare Modigliani nei suoi primi anni parigini e a scoprirne la grandezza quando ancora era uno sconosciuto, conservando anche i disegni che il genio livornese non riteneva soddisfacenti. Di quel periodo, tra il 1906 e il 1914, la collezione Alexandre è ricchissima di pezzi che testimoniano anche l'evoluzione di Modigliani. Disegni che arricchiranno ulteriormente la mostra a questo punto intitolata "Modigliani e l'avventura di Montparnasse - Capolavori delle collezioni Netter ed Alexandre a Livorno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento