Partito Comunista, 98 anni di storia celebrati al teatro San Marco

Oltre 500 persone hanno sfilato dal Goldoni al San Marco ricordando la fondazione del PCdI, nato a Livorno il 21 gennaio 1921 dalla scissione col partito socialista

Hanno sfilato dal teatro Goldoni fino al San Marco, ripercorrendo idealmente il cammino di Amadeo Bordiga e compagni che, fuoriscendo dal partito socialista, 98 anni fa dettero vita proprio a Livorno al Partito Comunista d'Italia. Hanno cantato "Bandiera Rossa" e "Bella Ciao", innalzando pugni al cielo e rivendicando l'orgoglio di essere comunisti. "Una dottrina nuova, considerato che dalla rivoluzione russa sono passati poco più di cento anni - dice il segretario del Partito Comunista, Marco Rizzo, in testa al corteo -, mentre il capitalismo è vecchio di 800 anni".

In tutto oltre 500 persone che sabato 17 gennaio, come ormai ogni anno, hanno percorso per le vie del centro chiudendo la manifestazione davanti a ciò che resta del teatro San Marco, con i canti del Coro Garabaldi d'Assalto di Pardo Fornaciari accompagnati da tutti i presenti. Un momento per ribadire i concetti espressi anche in mattinata al Palazzo dei Portuali, con il dibattito portato avanti da Rizzo sulla centralità del conflitto fra capitale e lavoro e successiva analisi di classe della situazione attuale. "Per noi - come spiegano dal Centro Politico 1921 e dalla Federazione PCI Livorno - l'anniversario della fondazione del partito non è mai stato un rituale o una semplice commemorazione, ma piuttosto l'espressione delle lotte odierne".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cartello offensivo sulla disabilità, ristorante in Venezia al centro delle polemiche: la condanna del Comune

  • Attentato in Iraq, feriti 5 militari italiani: due sono paracadutisti del Col Moschin di stanza a Livorno

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 8 novembre: codice arancione per pioggia e temporali

  • Allerta meteo a Livorno per martedì 12 novembre: codice giallo per temporali e vento a 70 km/h

  • Droga, maxi sequestro nel porto di Livorno: scoperti 300 kg di cocaina

  • Cartello offensivo, il cuoco-socio prende le distanze dai titolari: "Mi vergogno, ma non c'entriamo né io né lo staff"

Torna su
LivornoToday è in caricamento