Giardino: come mantenerlo pulito in autunno

Con la conclusione della stagione estiva, è necessaria una particolare attenzione per salvaguardare la salute di fiori e piante

Con la conclusione dell'estate e l'arrivo dell'autunno, tendiamo a trascorrere sempre meno ore all'aria aperta e, di conseguenza, in giardino. Per ritrovarlo in perfetto ordine nella prossima primavera, è necessario organizzarne al meglio la pulizia.

Come eliminare le foglie

Le foglie cadute dagli alberi devono essere eliminate, sia per motivi estetici sia per praticità: il vento, se le finestre sono aperte, potrebbe infatti portarle all'interno dell'abitazione. 

Sulle foglio possono inoltre formarsi e proliferare funghi e batteri, che potrebbero poi attaccare le piante durante il periodo primaverile. 

L'autunno è anche il periodo in cui le piante devono essere maggiormente curate. Per questo, è meglio eliminare i rametti secchi e le erbacce che potrebbero attaccarle durante i mesi invernali.

Se avete fiori all'interno di vasi, potete proteggerli dal freddo mettendoli all'interno di una serra, raccogliendo inoltre le foglie e la corteccia secca per trasformarla in pacciamatura da disporre sul terriccio della pianta.

Attrezzi e arredi

Sia gli attrezzi che gli arredi non devono essere lasciati all'aperto in balia di pioggia, vento e neve, trovando per loro un riparo.

Per quanto riguarda sedie, tavoli, barbecue o divanetti, l'ideale sarebbe conservarli all'interno di un garage o di un capanno. Così protetti non si rovineranno, evitando le intemperie autunnali.

Se non avete sufficiente spazio in garage o non possedete un piccolo capanno, potete utilizzare coperture pensate per i singoli elementi d'arredo. Non dovete fare altro che radunarli in un angolo del giardino o del terrazzo e poi coprirli.

Per quando riguarda attrezzi come vanghe o rastrelli, vanno prima ovviamente ripuliti. Il manico di legno può essere trattato con una spazzola a setole rigide per togliere i residui di terra, mentre successivamente si possono pulire le restanti macchie con una spugnetta. Le parti metalliche, ricordiamo, devono essere ripulite con una spazzola dura. Se ci sono delle ammaccature dovute all'eccessivo utilizzo, queste devono essere appianate con il martello. Infine, prima di conservarle, dovete passare uno strato di olio antiruggine e tamponare l'eccesso con uno straccio.

Per quanto riguarda le cesoie, meglio pulirle con un sapone neutro ed eliminare le incrostazioni con una spugnetta inumidita. Una volta pulite, anche queste devono essere ingrassate con olio specifico.

Terminata la pulizia potete conservarle in un capanno, appendendole al muro per limitare l'ingombro.

Per quanto riguarda gli attrezzi elettrici da giardino, come ad esempio il tosareba, oltre a pulire i diversi componenti bisogna controllare se ci sono delle parti rotte, provvedendo eventualmente a una loro sostituzione. Per finire, non dovete far altro che eliminare la benzina residua, togliere l'olio e la candela.

Impianto d'irrigazione

In autunno, complici le piogge più frequenti, l'impianto d'irrigazione non serve più. Per quanto riguarda quello in superficie, i tubi devono essere staccati, svuotati e asciugati. L'irrigatore vero e proprio invece deve essere trattato con anticalcare, spazzolato e asciugato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per ciò che concerne gli impianti interrati, basta chiudere l'acqua e proteggere le elettrovalvole con una copertura. Le centraline devono invece essere scollegate e private della pila. Prima di conservarle bisogna ungere le guarnizioni con olio specifico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus e smart working, i consigli per lavorare al meglio da casa

Torna su
LivornoToday è in caricamento