Collinaia, il parco pubblico dedicato alle vittime dell'alluvione: "Accolte le richieste dei cittadini"

Nuova vita dell'area verde grazie al lavoro delle Brigate di solidarietà attiva: sono stati installati tavoli, panchine, un palco e un'altalena inclusiva. Inaugurazione prevista per il 15 settembre

Il parco i giorni dopo l'alluvione

Una nuova vita per il parco pubblico in via Guelfi a Collinaia, una delle zone maggiormente colpite dall'alluvione del 2017. L'area verde è stata rigenerata e restituita alla città grazie al lavoro della Brigate di solidarietà attiva (Bsa) con la collaborazione Comitato alluvionati Livorno. L'idea è stata quella di voler restituire alla città uno spazio dove bambini e famiglie potessero trascorrere qualche ora all'aria aperta. Il progetto ha visto l'installazione di nuovi tavoli e panchine, un nuovo palco che sarà adoperato per qualunque tipo di eventi e un'altalena inclusiva. L'inaugurazione è prevista per domenica 15 settembre e i cittadini di Collinaia hanno chiesto ai volontari che hanno partecipato alla riapertura del parco, ai bimbi motosi e tutti i livornesi di essere presenti all'evento. 

Chi sono le Brigate solidarietà attiva

Le Bsa, nate nel 2009, sono formate da migliaia di volontari e a Livorno sono circa 20 le persone che partecipano attivamente ai vari progetti. Quando accadono situazioni critiche, come alluvioni o terremoti, si rimboccano le mani e partono per portare aiuto alla popolazione colpita. A coordinare le attività in città durante il periodo dell'alluvione è stato Andrea Apostolo, referente per le Bsa Toscana, che ha preso parte a diverse situazioni critiche come i terremoti in Emilia-Romagna ed Abruzzo. 

Il parco dopo il restauro

Brigate di solidarietà attiva: "Accolta la richiesta dei cittadini"

"La richiesta è venuta dai cittadini - commenta Andrea Apostolo –, noi abbiamo solo esaudito quanto ci era stato chiesto. Durante i giorni post alluvione, durante i quali abbiamo aiutato la cittadinanza, ci è stato fatto presente che a Collinaia c'era un parco pubblico, l'unico nella zona, che era andato distrutto. Da subito, ci siamo attivati e abbiamo cercato tra i nostri volontari dei tecnici per realizzare un progetto di rigenerazione della struttura. Dopo aver raccolto circa 12mila euro in donazioni, di cui 9mila usati per il ripristino del parco e 3mila per compare materiale nei giorni successivi alla tragedia, sono iniziate le operazioni".

targa parco vittime dell'alluvione-2

Panchine, tavoli in legno e un palco: ecco il nuovo parco di Collinaia 

"Sarà la prima struttura cittadina a essere intitolata alle vittime dell'alluvione - sottolinea Apostolo –. Qui i bambini torneranno a giocare e divertirsi mentre gli adulti potranno socializzare e vivere il quartiere. Abbiamo comprato e installato dei grandi tavoli e delle panche in legno, realizzato un piccolo palco eco-sostenibile in terrapieno, che potrà essere sfruttato per qualsiasi evento, e creato il totem con la targa. All'interno del parco ci sarà anche un'altalena inclusiva donata da Cesvot – Svs e, grazie alla collaborazione di Aamps e Asa, abbiamo avuto la possibilità di avere all'interno del parco i cestini e una fontanella. 

Apostolo chiude con i dovuti ringraziamenti: "Crediamo che ridare vita a questo parco sia comunque un modo per intervenire sulle ferite che l'alluvione ha provocato alla popolazione. Vogliamo ringraziare la precedente e l'attuale amministrazione comunale e tutti gli uffici che ci hanno seguito in questo percorso". 

Il programma dell'inaugurazione del parco 

Dalle 18,30 si svolgerà un'assemblea pubblica con aggiornamenti su risarcimenti e interventi di messa in sicurezza del territorio e un momento di incontro, dopo due anni, tra i volontari di quei giorni e i cittadini alluvionati, per dimostrare che "La solidarietà non di dimentica". A seguire si esibiranno musicisti e artisti volontari come gli Hanguitar Project, Giovanni Bondi e gli Esperanto
GipsyFolk Band. Durante la giornata sarà anche possibile scaricare direttamente sul proprio smartphone, inquadrando un pannello QR code, il libro “Carattere Torrentizio”, poesie e parole sul nubrifragio, scritte da Elisabetta Cipolli, volontaria Bsa,
tra l’11 e il 12 settembre 2017 e già presentato nel 2018 ai Tre Ponti, in occasione del primo anniversario. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star a Livorno, i nomi delle tre pasticcerie in gara

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Perde il controllo dello scooter e finisce fuori strada: 24enne in coma

  • Ascoli-Livorno, la denuncia dei tifosi amaranto: "Lasciati senza acqua sotto il sole, come le bestie"

Torna su
LivornoToday è in caricamento