Scoperta storica: in un magazzino 15 anfore antichissime

Dopo la segnalazione alla Finanza, i preziosi reperti sono stati classificati dalla soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Pisa e Livorno

Stava ripulendo un vecchio magazzino di famiglia inutilizzato da tempo quando, tra i vari attrezzi e reti da pesca usate dal defunto padre, ha fatto una scoperta alla quale stentava a credere: 15 anfore antiche alcune risalenti addirittura a prima della nascita di Cristo. Così un cittadino livornese non ci ha pensato due volte e ha subito inviato una segnalazione finanzieri della stazione navale di Livorno guidata dal maggiore Maurizio De Pierno. Le fiamme gialle, dopo aver preso in consegna i reperti, si sono messi in contatto con la soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Pisa e Livorno, al fine di permetterne uno studio approfondito. Ecco come sono state classificate:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
  • tre greco-italiche antiche (fine IV-III sec. a.C.); 
  • due greco-italiche tarde (II - inizi I sec. a.C.);
  • due Dressel 1 (fine II - I sec. a.C.);
  • una Lamboglia 2 (fine II – fine I sec. a.C.);
  • tre Dressel 2/4 (fine I a.C. - I sec. d.C.);
  • una Dressel 12 betica (metà del I sec. a.C. – II sec. d.C.);
  • due Dressel 20 betiche (I-III sec. d.C.);
  • una Africana II (II-V sec. d.C.) di produzione tunisina. 

Le anfore, quasi tutte integre ed in ottimo stato di conservazione, erano utilizzate in antichità per il trasporto via mare di vino, olio ed altre merci lungo le fiorenti rotte commerciali che costeggiavano il litorale livornese. Considerata la diversa cronologia, ha spiegato l’archeologo che ha effettuato la datazione delle anfore, si tratta di una collezione composta da reperti provenienti da almeno cinque relitti diversi.  
Le fiamme gialle della Stazione Navale, già all’inizio dell’anno, hanno individuato e sequestrato in una villa sul lungomare livornese antichi reperti risalenti al secondo secolo a.C: "Probabilmente questa notizia - spiegano dalla Finanza - ha consentito di individuare in noi un valido punto di riferimento per segnalare il ritrovamento e consegnare preziosi beni archeologici".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

Torna su
LivornoToday è in caricamento