Non si ferma all'alt a Pisa e viene inseguito fino ad Ardenza: arrestato

I carabinieri hanno fermato la macchina dell'uomo all'altezza del Carrefour: per lui sono scattate le manette per guida in stato di ebbrezza e resistenza a pubblico ufficiale

Non si è fermato all'alt che i carabinieri di Pisa gli avevano intimato, così è iniziato un folle inseguimento che si è concluso addirittura ad Ardenza grazie alla collaborazione tra i militari pisani e livornesi. Avvertiti dai colleghi, sono stati infatti gli uomini del Nucleo Radiomobile di Livorno, coordinati dal tenente Marco Saccà, a bloccare l'Audi A3 sospetta che, nelle prime ore della notte del 12 giugno, aveva provato in tutti i modi a seminare i militari dell'Arma, arrivando fino a Montenero salvo poi tornare indietro ed essere fermata all'altezza del Carrefour di via degli Scarronzoni dopo un'azzardata manovra davanti alla caserma Vannucci.

Alla guida dell'auto un 25enne di tunisina che viaggiava insieme a due giovani donne livornesi di 20 e 31 anni. Una volta fermato, l'uomo è stato condotto in ospedale per le necessarie analisi alcolemiche e tossicologiche: risultato positivo a entrambi i test, l'uomo è stato denunciato per guida in stato di ebbrezza e sotto effetti di stupefacenti e per resistenza a pubblico ufficiale. Al momento, il 25 enne si trova agli arresti domiciliari in attesa della convalida del giudice. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

Torna su
LivornoToday è in caricamento