Cecina, minaccia il sindaco con un casco dopo avere aggredito poliziotti e carabinieri: arrestato 43enne

L'uomo, finito agli arresti domiciliari, ha prima spinto le forze dell'ordine e poi ha provato a scagliarsi contro il primo cittadino

Si è scagliato contro un mezzo della protezione civile, ha minacciato e spinto poliziotti e carabinieri e, infine, ha provato ad aggredire il sindaco di Cecina, Samuele Lippi. Per questi motivi un 43enne è stato arrestato, nel pomeriggio di sabato 21 marzo, per resistenza, violenza e oltraggio a pubblico ufficiale, danneggiamenti e per la tentata aggressione nei confronti del primo cittadino. L'uomo, che in base a quanto riscontrato aveva un certificato medico che gli consentiva di poter stare fuori casa, era in sella alla sua moto quando, per motivi ancora da chiarire, avrebbe iniziato a tirare dei pugni contro un mezzo della protezione civile che stava transitando per le vie della città. Una volta che la vettura si è fermata, il 43enne ha cominciato ad inveire contro il conducente.

Samuele Lippi-2In un primo momento, sul posto è intervenuta la polizia municipale di Cecina che ha provato ad evitare che la situazione degenerasse. Alla richiesta da parte degli agenti di fornire i documenti, l'uomo ha dato in escandescenza, spintonandoli.  È stato a quel punto che sono è stato richiesto l'intervento anche dei i carabinieri i quali, a loro volta, sono stati aggrediti da 43enne che, per la seconda volta, si è rifiutato di fornire le proprie generalità. I militari del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Cecina, guidata dal capitano Christian Bottacci, vista la situazione che si era venuta a creare, hanno arrestato l'uomo che durante una perquisizione è stato trovato in possesso di coltello a serramanico di 12 cm.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una volta portato in caserma il 43enne ha continuato a creare problemi iniziando a minacciare verbalmente il sindaco che, venuto a conoscenza di quanto fosse accaduto, si è presentato dai carabinieri per avere un quadro più completo della situazione. Alla vista di Lippi l'uomo gli si è scagliato contro brandendo il casco della moto, ma il pronto intervento dei carabinieri ha evitato il peggio. Su richiesta del Pm di turno, per il 43enne sono scattati gli arresti domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate 2020, slittano le riaperture dei bagni: "Troppe incognite, poco tempo per organizzarsi". A rischio la stagione ai Fiume

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

Torna su
LivornoToday è in caricamento