Via Grande, ruba soldi ai turisti con l'aiuto della figlia: arrestata 32enne

È stata una cittadina livornese a chiamare i carabinieri: per la donna sono scattati gli arresti domiciliari

Una 32enne di origine slava è stata arrestata, nel pomeriggio dell'8 settembre, per furto aggravato con destrezza. La donna era entrata, insieme alla figlia minorenne, nel "Barsole" di via Grande con il pretesto di chiedere l'elemosina. Dopo essersi avvicinata a due turisti, imbracciando delle lenzuola come se tenesse in braccio un neonato, ne ha distratto uno, riuscendo a sfilargli delle banconote dal portafogli con un rapido movimento. I soldi sono stati subito passati alla figlia per occultarli, ma una cittadina livornese ha assistito alla scena e ha chiamato il 112.

La 32enne è stata subito fermata dagli stessi turisti in attesa dell'arrivo dei carabinieri che, una volta sul posto, l'hanno tratta in arresto in flagranza di reato. La malvivente è stata condotta negli uffici dei militari dell'Arma e successivamente, dopo aver espletato le formalità del caso, è stata accompagnata alla propria abitazione per sottoporla agli arresti domiciliari in attesa della convalida dell'arresto. 

 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star a Livorno, i nomi delle tre pasticcerie in gara

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Perde il controllo dello scooter e finisce fuori strada: 24enne in coma

  • Ascoli-Livorno, la denuncia dei tifosi amaranto: "Lasciati senza acqua sotto il sole, come le bestie"

Torna su
LivornoToday è in caricamento