Trasporto pubblico, protestano i non vedenti: "Autobus senza sintesi vocale, difficile muoversi a Livorno"

Le lamentele di alcuni invalidi visivi: "Aspettiamo da 15 anni il servizio di avviso 'prossima fermata e successiva'. Sarebbe utile non soltanto per noi, ma anche per molti anziani e soprattutto per i turisti"

Pensiline ad energia solare, nuovo sistema di bigliettazione elettronica e paline informative. Se il 2019 è stato un anno di importanti innovazioni nel trasporto pubblico livornese, c'è ancora molto da fare per adeguare il servizio ai normali standard di città che aspirino a offrire il meglio per i propri abitanti e, più in generale, per qualsiasi cittadino che si sposti con i mezzi pubblici. A partire da un sistema di sintesi vocale che avvisi i passeggeri di un autobus circa le prossime fermate, facilitando così il tragitto ad anziani, turisti e disabili altrimenti spesso costretti a chiedere aiuto a terzi per scendere esattamente laddove desiderato. Un servizio apparentemente banale che molto aiuterebbe non vedenti e ipovedenti, per esempio, che ormai da almeno 15 anni attendono l'installazione sui bus di un software adeguato per la sintesi vocale.

Ctt, nuovo sistema di bigliettazione elettronica: come ottenere la carta mobile

"La sintesi vocale è necessaria non solo per noi ciechi o ipovedenti - spiegano in una lettera -, ma anche per tutti coloro, specialmente anziani, con disturbi alla retina e maculopatie di varia natura. Ma sarebbe utile, specialmente la sera o in giornate di pioggia con vetri gocciolanti e appannati, anche per le persone senza alcun tipo di problematica che, in condizioni meteo avverse, si trovano comunque in difficoltà. Per non parlare dei turisti e di chi, non conoscendo la città, si trova a dover utilizzare i mezzi pubblici".

Sintesi vocale sugli autobus, una storia luga 15 anni

La questione va avanti da tempo, almeno da 15 anni. "Già nel 2005 - spiegano nella lettera alcuni invalidi visivi - l'ufficio di presidenza dell'Unione italiana ciechi di Livorno ebbe un incontro ufficiale con l'allora assessore ai Trasporti della Provincia e i dirigenti Atl. In quella riunione fu fatto presente come ormai molte città capoluogo di provincia, soprattutto nel centro-nord, avessero installato a bordo dei mezzi pubblici la sintesi vocale di fermata prossima e successiva. Ma se a quel tempo si pensava erroneamente che tale sistema potesse andar bene soltanto nelle città a vocazione turistica, non considerando di fatto i disagi enunciati per certe categorie di persone, ad oggi non è più così, soprattutto per una città come Livorno che ambisce ad incrementare l'afflusso turistico". "Di fatto - conclude la lettera - dopo anni di promesse e di annunciati studi di fattibilità, nulla si è concretizzato. Neppure dopo l'incontro del luglio 2016, quando l'azienda assicurò che il software fosse pronto e che nel giro di tre mesi sarebbe partito il servizio di sintesi vocale. Da allora aspettiamo, non solo noi, fiduciosi".

Bastogi (Ctt): "Paline elettroniche dotate di sintesi vocale. Gli autobus? Operazione in stand by"

A chiarire tempistiche e modalità di un progetto che è rimasto tale è Bruno Bastogi, storico dirigente Ctt Nord in pensione ma ancora consulente dell'azienda. "Intanto - spiega Bastogi - 7 pensiline sono state dotate di paline elettroniche con sintesi vocale che, a richiesta, informano sui previsti tempi di arrivo degli autobus. E ci sono altri 13 cantieri aperti per adeguare altrettante pensiline, in modo tale da coprire tutto il centro, da piazza della Repubblica a piazza Mazzini. Quanto alla sintesi vocale a bordo degli autobus, l'operazione è al momento in stand by, ma non è escluso che se ne torni a parlare quanto prima".

(lettera firmata)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 43 anni, la Leccia piange Alessio Morelli. Il ricordo di una volontaria Svs: "Un bravo ragazzo"

  • Tragedia alla Leccia, 43enne trovato morto in casa

  • Le cinque migliori pizzerie di Livorno

  • Dramma nel ciclismo, muore Walter Passuello: l'ex professionista aveva 68 anni

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Livorno in vendita, il gruppo argentino: "A Genova da Spinelli? Sì, con la garanzia che non cambi l'accordo"

Torna su
LivornoToday è in caricamento