Morirono nel rogo di Pian di Rota, il Comune ricorda Eva, Menji, Danciu e Tutsa

La commemorazione a 12 anni dalla scomparsa dei bambini rom nell'incendio della roulotte. Mannucci: "Non hanno potuto scegliere"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LivornoToday

RIiceviamo e pubblichiamo un comunicato del Comune di Livorno in merito al ricordo di Eva, Menji, Danciu e Lenuca detta Tutsa, i quattro bambini rom che persero la vita nel rogo di Pian di Rota, la notte del 10 agosto 2007.

mannucci rom-2"Siamo qui per ricordare quattro bambini morti tragicamente, dopo aver vissuto una vita breve nell'indifferenza generale, senza aver potuto scegliere, senza avere avuto l'opportunità di conoscere e farsi conoscere". Visibilmente commossa, la vicesindaca Monica Mannucci ha presenziato il 10 agosto a una breve cerimonia per ricordare il drammatico episodio dell'incendio di Pian di Rota a Livorno, dove appunto, nel 2007 persero la vita i piccoli Eva, Menji, Danciu e Lenuca detta Tutsa. La cerimonia si è svolta al parco Baden Powell di Corea, di fronte a un murale realizzato alcuni anni fa da writers insieme ai bambini del doposcuola dell'associazione Nesi/Corea.

"Questa - ha sottolineato la vicesindaca - non vuole essere una commemorazione formale, ma un momento di riflessione per tutti, in tempi in cui la paura del 'diverso' da noi sta generando fenomeni di xenofobia e razzismo. Commemorare vuol dire rispettare. Vuol dire che tutti noi ci dobbiamo sforzare di conoscere, imparare il rispetto verso l'altro. Non credo che per l'inclusione, per l'integrazione, per non arrivare a scontri, ci vogliano chissà quali strategie. La chiave è, o meglio sarebbe, dialogare per conoscersi meglio".

Subito dopo, insieme a Stefano Romboli dell'associazione Nesi/Corea, e a un nutrito gruppo di volontari della Comunità di Sant'Egidio, la vicesindaca Mannucci ha deposto un mazzo di fiori alla tomba di Lenuca detta Tutza, l'unica rimasta sepolta al cimitero dei Lupi alla Cigna (le altre salme per volontà dei genitori sono state traslate in Romania). Presenti alla cerimonia anche i consiglieri regionali Pecori e Gazzetti.

Torna su
LivornoToday è in caricamento