Cacciucco Pride a giugno: ecco come i ristoratori possono aderire

C'è tempo fino a venerdì 5 aprile. Tra i tanti parametri da rispettare l'impegno a utilizzare materie prime preferibilmente del territorio

Foto da www.cacciuccopridelivorno.it

A giugno, per l'esattezza dal 14 al 16, tornerà, come da tradizione, il Cacciucco Pride, giunto alla sua quarta edizione. Il festival, nato per valorizzare il piatto simbolo della cucina labronica, è organizzato dall'amministrazione comunale in collaborazione con Pro Loco Livorno e Fondazione Goldoni, nel contesto della strategia alimentare della Città di Livorno volta a favorire lo sviluppo del settore agroalimentare sostenibile e a chilometro zero. Ai ristoratori della città che aderiranno alla manifestazione, il comune di Livorno offrirà visibilità sui canali comunicativi istituzionali (sito web ufficiale, canali social, ecc.). L'adesione, che è gratuita, prevede l'impegno da parte dei ristoratori ad utilizzare materie prime di qualità, preferibilmente del territorio o quantomeno italiane.

Come aderire al Cacciucco Pride     

Le richieste di adesione, compilate sul modulo predisposto dall'ufficio Turismo del Comune di Livorno, devono essere consegnate a mano entro venerdì 5 aprile all'Urp del Comune, al piano terra (aperto dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il martedì e giovedì anche in orario pomeridiano dalle 15.30 alle 17.30). 

I parametri da rispettare

Questi i parametri che i ristoratori che aderiscono al Cacciucco Pride si impegnano a rispettare, sia per quanto riguarda la provenienza delle materie prime che per gli ingredienti fondamentali della ricetta:  

  • pescato (costituito da pesci di scoglio e a tranci) preferibilmente locale, o almeno italiano;
  • molluschi cefalopodi (polpi di scoglio, seppie, moscardini, totani) preferibilmente di provenienza locale, o almeno italiana;
  • è raccomandato (ma non obbligatorio) l'utilizzo di cicale di mare;
  • olio extravergine di oliva preferibilmente Toscana IGP o DOP, o almeno italiano;
  • pane toscano;
  • aglio italiano;
  • pomodori freschi o pelati o passata italiani;
  • concentrato di pomodoro italiano;
  • in abbinamento vino rosso Toscana IGT o DOC. 

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l'Ufficio Turismo e Grandi Eventi del Comune di Livorno, in via Pollastrini 5 (2° piano). 
Tel. 0586.820.226  e-mail: turismo@comune.livorno.it 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Primo weekend di primavera, le spiagge di Livorno si riempiono di bagnanti

  • Cronaca

    Corteo antifascista, da Livorno in 150 a Prato con pullman e auto

  • Politica

    Volantinaggio interrotto, Nogarin: "Solidarietà al Pd, faremo indagine interna alla Municipale"

  • Cronaca

    Collesalvetti: cavalla di 33 anni non si alza da terra, salvata dai vigili del fuoco

I più letti della settimana

  • Curva Nord: bambini entrano con la maglia della Juventus, gli ultras regalano loro quella del Livorno

  • Abbonamenti Livorno, i tifosi chiedono il rimborso: ecco la lettera alla società

  • Federico Parlanti dei Mayor von Frinzius, "iena" per un giorno, risponde al leghista Casali

  • Livorno, Mazzoni: le controanalisi confermano la positività ai metaboliti della cocaina

  • È morto Luciano Zazzeri, chef e proprietario de La Pineta di Marina di Bibbona

  • Superenalotto, vinti 100mila euro con un "5" giocato all'Ipercoop

Torna su
LivornoToday è in caricamento