Corpo identificato in Capraia, il ricordo della sorella: "Sei andato via tra le onde del mare"

I parenti della vittima ricordano Zlatko, tragicamente scomparso nel 1998 e del quale si erano perse le tracce. Ecco il toccante messaggio d'addio all'uomo

La notizia dell'identificazione del corpo di Zlatko Brajko, dopo venti anni di ricerche,​ da parte del commissario della Polmare Ilario Sartori ha fatto il giro d'Italia e non solo. La scoperta fatta dall'ufficiale è arrivata anche in Croazia, dal momento che la famiglia dell'uomo è originaria di Bol, nell'isola di Brac (come riporta questo articolo del Telegram). Qui risiedono le sorelle di Zlatko che, appresa la notizia, hanno voluto pubblicare, nella mattina del 15 marzo, un necrologio sui giornali croati. Una di loro, che di mestiere fa la scrittrice, ha dedicato parole dolcissime al fratello scomparso: "Ti sei affrettato, fratello mio, nel Regno del Signore, senza che siamo riusciti a parlare, ridere e piangere. I tuoi giorni terreni sono finiti, accompagnati dalle onde del mare. Ora sei in un luogo in cui c'è più luce, più felicità e più pace che qui. Ti sei affrettato, fratello mio, o forse no, perché là dove sei adesso c'è pace e amore. Ti sei affrettato, fratello mio, o forse no, perché ora stai accanto a quanti hanno la vita eterna. Resterai sempre con noi. L'addolorata famiglia". 

54222310_530888027436061_6661014309205704704_n-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Interporto Guasticce, gravissimo operaio 23enne schiacciato da una cassa pesante quattro quintali

  • Palazzo Grande, nei fondi dell'ex bar Dolly arriva il Surfer Joe: apertura ad aprile

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento