Chiccaia, murate porte e finestre delle case popolari

Un'operazione necessaria per evitare nuove occupazioni abusive in vista della demolizione del blocco

"Tutti gli alloggi verranno murati al fine di evitare nuove occupazioni abusive". Non aveva usato troppi giri di parole l'assessore Andrea Raspanti nel descrivere le azioni che si sarebbero susseguite dopo lo sgombero del blocco della Chiccaia avvenuto il 29 gennaio scorso. E così è stato. Nella mattina del 3 febbraio infatti, come spiegato dal sindaco Luca Salvetti, molti appartamenti e numeri civici sono stati murati e, contemporaneamente, sono stati messi in sicurezza gli infissi esterni. Questa operazione dovrebbe fare da apripista alle demolizione del blocco, prevista per l'inizio di maggio

I rifiuti abbandonati alla Chiccaia-2

Ma non è tutto. L'amministrazione sta anche provvedendo a rimuovere tonnellate di rifiuti lasciati dai vecchi occupanti. Solo nella giornata di oggi infatti ne sono stati portati via 50 tonnellate. La scorsa settimana inoltre sono stati portati via anche i contenitori per la raccolta differenziata, lasciando quelli per l'indifferenziato solo per eventuali necessità che potrebbero presentarsi nei prossimi giorni. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Interporto Guasticce, gravissimo operaio 23enne schiacciato da una cassa pesante quattro quintali

  • Palazzo Grande, nei fondi dell'ex bar Dolly arriva il Surfer Joe: apertura ad aprile

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento