Mini crociere "spacciate" per trasporti marittimi: la Gdf scopre evasione da 700mila euro

Musica, ristorazione, guide turistiche e altri servizi a corredo del trasporto di passeggeri integrano prestazioni soggette a IVA. In toscana un'evasione di oltre 700 mila euro

Musica, ristorazione, guide turistiche ed altri servizi. In pratica mini-crociere, fatte però passare come semplici trasporti marittimi, sulle quali non venivano versate le dovute tasse. Per questo due società di trasporto passeggeri, da Livorno a Grosseto, sono finite sotto la lente d'ingrandimento della guardia di finanza e, in particolare della Prima compagnia di Livorno e della Tenenza di Castiglione della Pescaia (GR). Le prestazioni fornite ai passeggeri non si limitavano soltanto al trasporto marittimo ma, come accade normalmente per crociere e mini-crociere, comprendevano anche una serie di servizi, dalle escursioni in barca alle visite ai centri storici, dallo snorkeling alle visite turistiche con guida ambientale ed escursionistica, non divisibili e in ordine ai quali il trasporto delle persone era solo lo strumento per offrire ai clienti i più ampi servizi turistico-ricreativi.

Per questo le fiamme gialle di Grosseto e Livorno hanno negato l'esenzione Iva prevista per il trasporto marittimo, applicando più correttamente l'imposta sul valore aggiunto. Constatata a Livorno un'evasione per oltre 200 mila euro ed a Grosseto di oltre 500 mila euro che ha riguardato una società con punto di imbarco a Castiglion della Pescaia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: un morto e 10 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 184 in Toscana. Il bollettino di lunedì 23 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento