Sicurezza, Nogarin: "Un decreto che non mi piace, ma lo farò rispettare"

Il sindaco di Livorno si schiera contro i colleghi disobbedienti: "La situazione non si migliora violando la legge"

Filippo Nogarin, sindaco di Livorno

Personalmente il decreto sicurezza che porta la firma del ministro Salvini non gli piace. Di fare le barricate come alcuni colleghi primi cittadini, però, Filippo Nogarin non ha alcuna intenzione. Anche perché il sindaco di Livorno, per quanto a fine mandato e senza alcuna intenzione di ricandidarsi, non intende certo creare problemi a un Movimento, i 5 Stelle, che di agitazioni interne devono controllarne almeno una al giorno. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il sindaco non può violare la legge - spiega Nogarin al quotidiano La Verità -. Non condivido le idee della Lega sull'immigrazione, nemmeno molte di quelle che sono nel decreto sicurezza. Ma come sindaco sono portato a far rispettare le leggi, anche quelle che non mi piacciono". "Al contrario di altri che si sono messi a fare casino - spiega il primo cittadino dei Quattro Mori - e a rilasciare interviste di fuoco per alimentare contrapposizione ideologica, vedo quel che non va nel decreto. Ci sono persone, guarda caso le più deboli, che senza la residenza perderebbero i diritti e diventerebbero clandestini". Cosa si debba fare, dunque, Nogarin lo spiega così :"Si devono abbassare i toni, si cerca una soluzione e la si trova. Ci siamo riusciti col decreto periferie, ci riusciremo ancora".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

Torna su
LivornoToday è in caricamento