Pianosa, vende falso miele biologico: 69enne denunciato per frode

L'uomo, addetto all'accoglienza dei visitatori nelle catacombe dell'isola, nascondeva anche canne da pesca, lenze, filaccioni, palamiti e 10 fucili da pesca subacquea

Un 69enne di Marina di Campo, residente a Pianosa, è stato denunciato dai forestali di Livorno, nella mattina del 22 agosto, per frode nell’esercizio del commercio e per aver posto in vendita prodotti con indicazioni in etichetta tali da trarre in inganno l’acquirente sull’origine e qualità. L'uomo infatti spacciava i suoi prodotti biologici come "Miele di acacia dell'isola di Pianosa", ma in realtà non aveva alcuna certificazione che ne attestasse sia la provenienza sia che derivasse da agricoltura biologica. L'uomo, addetto all'accoglienza dei visitatori nelle catacombe dell'isola, all'interno di alcuni locali di sua proprietà nascondeva canne da pesca, lenze, filaccioni, palamiti e 10 fucili da pesca subacquea, attrezzature la cui introduzione in area protetta è vietata se non specificatamente autorizzata. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

  • Esercito, polizia e vigili del fuoco in via Terrazzini: strada chiusa, ma è un falso allarme

Torna su
LivornoToday è in caricamento