Piombino, macelleria non dichiara redditi per 300mila euro: denunciato 50enne

Operazione della guardia di finanza. Il commerciante ha anche evaso l'Iva per circa 37mila euro

La guardia di finanza di Piombino ha scoperto una macelleria che, dal 2015 al 2019, non avrebbe mai presentato la dichiarazione dei redditi per un totale di 330mila euro di guadagni omessi. Le fiamme gialle, durante i controlli nella sede dell'attività, hanno rinvenuto solamente una frammentaria documentazione di tre diverse partite Iva, usate dal titolare, un 50enne residente a Piombino, per dissimulare il reale volume di affari. L'uomo, denunciato alla procura della Repubblica di Livorno per occultamento o distruzione di documenti contabili, avrebbe anche evaso l'Iva per 37mila euro. La sua posizione è stata segnalata all'Agenzia delle entrate per il recupero di quanto non dichiarato nei quattro anni sopracitati. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

Torna su
LivornoToday è in caricamento