Stagno, scontro sull'Aurelia tra due auto: 50enne in ospedale

Ennesimo incidente all'altezza del McDonald's: ad avere la peggio un uomo che ha riportato diversi traumi agli arti. Illese le altre persone coinvolte

Di morti, in un passato purtroppo anche recente, ce ne sono già stati troppi. E, nonostante le rotatorie che dovrebbero rallentare il traffico, gli incidenti continuano a susseguirsi con assidua frequenza. Ecco perché, forse, sarebbe il caso di prendere ulteriori provvedimenti sul tratto di Aurelia che, a Stagno, collega via Firenze al cavalcavia che porta verso Pisa. Un pezzo di strada particolarmente pericoloso, dove giovedì 25 aprile, intorno alle 19, altre due auto si sono scontrate all'altezza del McDonald's.

A subire le conseguenze peggiori è stato un uomo di circa 50 anni, trasportato in ospedale in codice rosso dai volontari della Svs di Livorno per i diversi traumi riportati agli arti e un forte dolore alla schiena. Praticamente illese le due persone all'interno dell'altra macchina, le quali hanno addirittura rifiutato di salire in ambulanza. Lievi anche i rallentamenti subiti dal traffico, tornato regolare in pochi minuti. 

incidente stagno aurelia (2)-2

Potrebbe interessarti

  • Ferragosto e la battaglia dei gavettoni: tra divertimento e...risse

  • Ferragosto, i luoghi più amati dai livornesi per la tradizionale "spiaggiata"

  • Come combattere il caldo in macchina: trucchi e consigli

  • Abiti da sposa: dove poterli acquistare a Livorno

I più letti della settimana

  • Chiuso ristorante al Calambrone: scarse condizioni igieniche e pesce non tracciato: multato il proprietario

  • Isola d'Elba, gravissimo ragazzo di 16 anni dopo un tuffo: rischia la paralisi

  • Romito, bagnanti allarmati da invasione di meduse. Ma sarebbero ctenofori, innocui per l'uomo

  • Anziano picchiato, spogliato e rapinato: 88enne in ospedale, si cercano due persone

  • Festa de l'Unità, in programma alla Rotonda c'è Maria Elena Boschi

  • Partito democratico Livorno, ecco la nuova squadra: "La città ha fiducia in noi". Tutti i nomi

Torna su
LivornoToday è in caricamento