Isola d'Elba, denunciata e multata azienda di vino: sette dipendenti su nove lavoravano in nero

Tre di loro sono minorenni. La finanza ha anche scoperto che la moglie e la madre di due degli operai senza contratto percepivano il reddito di cittadinanza

La guardia di finanza ha scoperto un'azienda di viticoltura dell'isola d'Elba che, in organico, aveva sette persone su nove senza un regolare contratto. Di queste tre erano minorenni e altri quattro uomini di età compresa tra 31 e 62 anni. Per questi motivi l'impresa è stata multata per 40mila euro mentre il rappresentante legale, un elbano di 69 anni, è stato denunciato per somministrazione e utilizzazione illecita di manodopera con accertamento di irregolare assunzione di bambini e adolescenti. Le fiamme gialle, nel corso della loro indagine, hanno anche scoperto che la madre e la moglie di due dei sette lavoratori in nero facevano parte di nuclei familiari percipienti il reddito di cittadinanza. Le donne sono state segnalate all'Inps per il recupero del denaro indebitamente ricevuto (4.668 euro in tutto). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento