Isola d'Elba: muore a 44 anni nota albergatrice

Mara Verri lavorava nell'Hotel Le Acacie di proprietà della famiglia. Il malore nella casa a Capoliveri, inutile il trasporto all'ospedale di Livorno con l'elicottero del 118

Un dolore improvviso, le prime cure del caso prestate dal marito e, quindi, il volo verso l'ospedale di Livorno con l'elicottero. Per Mara Verri, 44enne residente a Naregno nel comune di Capoliveri (Isola d'Elba), tuttavia non c'è stato niente da fare. La donna, nonostante l'estremo tentativo dei medici di rianimarla, è morta questa mattina di mercoledì 30 gennaio per un arresto cardiaco.

Mara era molto nota all'Elba per la sua attività nell'Hotel Le Acacie, l'albergo di famiglia. Ma il turismo non era il solo campo in cui operava, considerato che aveva speso una vita nel mondo dell'associazionismo. Madre di due figli e moglie di Riccardo Rebua, era conosciuta anche per essere la nipote di Luca Bartolini, presidente della Banca dell'Elba.

"Non ci sono parole per esprimere uno sconforto così grande - ha commentato il sindaco Mario Ferrari a Qui News Elba -. Mara era persona solare, educatissima ed estremamente competente nel suo lavoro e nell'attività che svolgeva con passione all'interno dell'Associazione Albergatori. Il suo immancabile sorriso resterà per sempre scolpito nella memoria di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento