Limoncino, malore per l'autista del camion carico di rifiuti fermo da lunedì

Difficoltà respiratorie per l'autotrasportatore che dall'8 luglio staziona ai piedi di Monte La Poggia. Bruciati (BL): "Aiutato solo dai cittadini, i proprietari della discarica si devono vergognare"

Foto Facebook Buongiorno Livorno

Si è sentito male poco dopo le 12.30 di mercoledì 10 luglio l'autista del camion (foto Facebook Buongiorno Livorno) che, da lunedì mattina 8 luglio, staziona a Limoncino in attesa di poter scaricare o meno i rifiuti alla discarica di Monte La Poggia . L'uomo, 48 anni, era stata fermato poco prima della strada privata che porta alla discarica da un gruppo di cittadini i quali, da oltre 48 ore, presidiano la zona per evitare il transito dei mezzi pesanti diretti alla discarica.

Nonostante le attenzioni dei cittadini, che in questi giorni hanno portato acqua e cibo all'autotrasportatore, l'uomo ha infine accusato un malore: ad accorgersene è stata la polizia provinciale, da giorni sul territorio per i necessari controlli, che ha prontamente chiamato il 118. Sul posto sono intervenuti i volontari della Misericordia di Livorno con il medico: effettuati i primi esami sul posto, è stato accertato come il camionista accusasse problemi di respirazione presumibilmente dovuti allo stato di debolezza. Da qui, la decisione del traporto in ospedale per ulteriori accertamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Bruciati (BL): "Vergognoso comportamento dei proprietari della discarica"

"Questa mattina l'autista del camion che da ormai 48 ore vigila sul trasporto è stato trasferito al pronto soccorso - racconta il consigliere e capogruppo di Buongiorno Livorno, Marco Bruciati -. Vergognoso il comportamento dei proprietari della discarica che neanche si sono preoccupati di tutelare e rispettare le minime condizioni di lavoro, lasciandolo da solo senza la minima assistenza. Solo alcuni membri del comitato, nei giorni scorsi, hanno portato generi di prima necessità all'autista. Un motivo in più per dire un secco no alla discarica e a chi la gestisce".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento