Malore a Cecina, muore a 12 anni al Meyer di Firenze: donati gli organi

La causa del decesso è la meningite da meningococco C. La piccola si trovava con la famiglia in un campeggio della costa

Una vera e propria tragedia quella che ha colpito una famiglia tedesca in vacanza vicino Cecina. La loro figlia di 12 anni è morta all'ospedale Meyer di Firenze dopo aver contratto la meningite da meningococco C. La piccola ha accusato i primi malesseri nella giornata del 20 giugno ed è stata portata al pronto soccorso di Cecina dove i sanitari si sono resi conto immediatamente della gravità delle sue condizioni. Dopo i primi accertamenti, è stato predisposto il trasferimento a Firenze con l’elisoccorso dove, purtroppo, la piccola è deceduta nella mattina del 21 giugno. I medici dell’igiene e sanità pubblica della Asl Toscana nord ovest, dopo aver effettuato il sopralluogo al campeggio e valutato il contesto, hanno sottoposto a profilassi tutti coloro che hanno avuto contatti stretti con la bambina, compresi i sanitari che si sono presi cura delle 12enne. Da una prima indagine sembrerebbe che la dodicenne non fosse stata vaccinata. L'Asl, in una nota, ringrazia la famiglia che "ha acconsentito all’espianto degli organi, facendo un gesto di forte generosità". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

  • Venezia: barche, biciclette e bottiglie sul fondale dei fossi più puliti. Le foto

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

Torna su
LivornoToday è in caricamento