Muore davanti ai colleghi dopo aver accusato un malore, tragedia alla motorizzazione

Anna Menichelli, impiegata sessantenne, si è accasciata a terra a causa di un arresto cardiaco. Inutili i disperati i tentativi di rianimazione da parte dei volontari della Svs e del medico del 118

Una vera e propria tragedia quella che si è consumata all'interno della Motorizzazione di Livorno intorno alle 8.30 di oggi, mercoledì 8 gennaio. Anna Menichelli, impiegata sessantenne e responsabile del personale, è morta davanti ai colleghi dopo aver accusato un malore mentre stava lavorando. Secondo una prima ricostruzione, la donna era seduta alla sua scrivania quando, a un certo punto, si è accasciata a terra a causa, si presume, di un arresto cardiaco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Anna era unica, insostituibile. Di una gentilezza fuori dal comune"

Immediata la chiamata al 118 che ha inviato sul posto due ambulanze: inutili, tuttavia, i tentativi di salvare la vita alla donna, con i volontari della Svs di Ardenza e quelli della Misericordia di Livorno, sopraggiunti con il medico del 118, che hanno dovuto arrendersi dopo aver provato a lungo le manovre di rianimazione. Scioccati e stravolti dal dolore i colleghi di Anna, da una vita impiegata alla motorizzazione. In seguito alla tragedia, gli uffici sono stati chiusi al pubblico per l'intera giornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Stabilimenti balneari, le tariffe 2020: quanto costa l'estate "sui bagni" tra abbonamenti, ombrelloni, lettini e cabine

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Pronto Soccorso, accessi per storte e "troppo sole". Medici stremati: "Non siamo più i vostri eroi?"

  • Bagni Fiume, apertura il 20 giugno con ingressi giornalieri: "I vecchi abbonati possono riconfermare cabina e ombrellone per il 2021"

Torna su
LivornoToday è in caricamento