Odore di gas a Livorno, mistero irrisolto. Cepparello: "Non ci arrendiamo, troveremo la causa"

Tavolo in prefettura con tutti gli enti preposti per capire l'origine delle maleodoranze avvertite in città. L'assessore all'Ambiente: "Un pool di tecnici sta lavorando intensamente per chiarire la vicenda"

Meritano una risposta i cittadini livornesi. E, anche se il peggio sembra essere passato, si continuerà a cercare le cause del cattivo odore avvertito in tutta la città nei giorni di martedì 17 e mercoledì 18 settembre. Lo assicura l'assessore all'Ambiente del Comune di Livorno, Giovanna Cepparello, che spiega l'impegno massimo profuso dall'amministrazione e dagli enti preposti nel cercare di risolvere quello che, al momento, resta ancora un mistero. "Ma non ci arrenderemo - dice Cepparello - voglio che i livornesi sappiano che stiamo lavorando intensamente per dare loro le risposte che meritano".

cepparello pums (1)-2Tavolo in prefettura per trovare le cause del cattivo odore avvertito in città

In prefettura, giovedì 19 settembre, è stato aperto un tavolo: presenti, oltre all'amministrazione comunale, Arpat, vigili del fuoco, questura, guardia di finanza, carabinieri forestali e capitaneria di porto. "Anche oggi (giovedì 19 settembre, ndr), se pur in maniera lieve e circoscritta, si è verificato un episodio analogo, con una maleodororanza percepita in una zona della città - spiega Cepparello -. La questione rimane aperta, ma sappiate che c'è un pool di persone che stanno lavorando per capire l'origine".

Forte odore di gas a Livorno, centinaia di segnalazioni ai vigili del fuoco

Dati, campionamenti e verifiche: cosa è emerso finora

"Adesso abbiamo accumulato una serie di dati che possono essere incrociati con la direzione dei venti e cercare di stabilire il luogo in cui ha avuto origine il fenomeno - prosegue Cepparello -. Da domani (venerdì 19 settembre, ndr) verranno fatte delle mappature che indicheranno la direzione e inoltre ci saranno nuovi campionamenti nella zona antistante il porto. Le centraline che ci sono sul nostro territorio non hanno evidenziato picchi di inquinanti e non si sono evidenziate fughe di gas, quindi la questione è davvero molto complessa perché non c'è nessun sversamento o un punto in cui la maleodorzanza raggiunge un picco. I venti e la cronologia delle segnalazioni ricevute, tuttavia, ci daranno sicuramente una buona base su cui lavorare. Siamo in continuo contatto con tutti gli enti preposti per risolvere questa situazione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marina di Castagneto, maxi rissa in discoteca: "Delinquenti fuori controllo, aggredite anche le ragazze"

  • Salvini contro il Vernacoliere, Mario Cardinali: "Stiamo andando verso il cattofascismo"

  • I mercatini di Natale a Livorno e provincia: il calendario degli appuntamenti per il 2019

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • Christian King, è livornese il protagonista di "Volare" di Michele Santoro

  • Sardine livornesi a Firenze: "Meglio un pisano in casa che Salvini all'uscio". Foto

Torna su
LivornoToday è in caricamento