Operazione Due mondi: arrestati dieci trafficanti di droga. All'Elba l'ombra della camorra

Sono 36 le persone indagate. Il traffico veniva gestito da due napoletani residenti sull'isola legati alla criminalità organizzata

Dieci trafficanti di droga, italiani e albanesi, sono stati arrestati dai carabinieri, su ordine della procura della Repubblica di Livorno, in quanto facenti parte di un'articolata rete di spacciatori che operava nella province di Livorno e Pisa. Due di loro, all'Isola d'Elba, erano affiliati alla camorra. In totale sono 36 le persone indagate. Questo il risultato dell'operazione "Due mondi", avviata nella mattina del 26 febbraio. L'indagine, coordinata dal sostituto procuratore della Repubblica Massimo Mannucci, è iniziata con un arresto, eseguito nel giugno 2016 a Livorno, in piazza Garibaldi (l'eroe dei 2 mondi, da cui il nome dell'indagine), di un cittadino albanese trovato in possesso di oltre 30 grammi di cocaina. L'arrestato era uno dei membri di un gruppo, composto da altri suoi connazionali, dedito al traffico di ingenti quantitativi di droga, perlopiù marijuana e cocaina, e alla successiva vendita al dettaglio nelle province di Livorno e Pisa. 

Gli arresti e la droga

Nella prima fase delle investigazioni, i carabinieri hanno documentato come il gruppo fosse colpevole anche di reati contro il patrimonio, come furti in abitazione, ed aveva la disponibilità di armi da fuoco. Nel luglio 2017, il nucleo investigativo ha fermato 3 albanesi per furto aggravato, ricettazione e porto illegale di armi comuni da sparo, recuperando due pistole. Con il proseguire delle operazioni, sono state arrestate in tutto 22 persone (l'ultima Salvatore Buongiovanni nella mattina del 26 febbraio) e altre 26 sono state denunciate. La droga sequestrata ammonta a circa 130 kg così suddivisi: 126 kg di marijuana, più di 5 kg di hashish e circa 200 grammi di cocaina. Il tutto veniva occultato in un container all'esterno di un annesso agricolo a San Giuliano Terme (Pisa). 

Camorra all'Isola d'Elba

Il gruppo investigato, inoltre, è risultato essere il canale di rifornimento di due trafficanti di origine napoletana (Filippo Tommaselli ed Enrico Calcani) dell'isola d'Elba e affiliati alla camorra. Quest'ultimi, appartenenti alla famiglia Tommaselli e legati all'omonimo clan operante nel quartiere napoletano di Pianura, si erano stanziati da poco tempo a Campo nell'Elba (Livorno) e acquistavano lo stupefacente dagli indagati albanesi per rivenderlo sulla piazza di spaccio elbana avvalendosi di pregiudicati del luogo. Nel corso delle indagini è stato documentato il ricorso ad azioni di violenza nei confronti di concorrenti per imporsi nell'illecito mercato dell'isola. 

Le tappe dell'operazione

  • 6 giugno 2016, arresto di Artam Shemshiri in piazza Garibaldi a Livorno

  • 7 luglio 2017, operazione Off night, sgominata banda di cittadini albanesi complevoli di numerosi reati contro il patrimonio

  • 15 gennaio 2018, arresto a Livorno di 2 persone e sequestro di 7,2 kg di marijuana

  • 18 gennaio 2018, arresto di 2 persone e sequestro di 6,2 kg di marijuana a Livorno

  • 20 marzo 2018, recuperati 80 kg. marijuana. Luogo di stoccaggio: San Giuliano Terme (Pisa)

  • 11 aprile 2018, 5 arresti e più di 7 kg di marijuana sequestrati a Livorno

  • 26 febbraio 2019, 1 arresto e 1 kg di hashish sequestrato a Campo nell’Elba.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato topo in una trappola, l'Asl chiude il laboratorio di pasticceria Piccoli Piaceri

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Trovato in overdose nel bagno di un locale, 30enne salvato dal medico del 118

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento