Inaugurata la nuova piazza Guerrazzi tra fioriere, panchine e una fontana

La riqualificazione è costata 600mila euro. Il sindaco Nogarin: "Restituito alla città un luogo storico"

Cambia volto piazza Guerrazzi. Laddove un tempo c'era un parcheggio, adesso  è possibile ammirare un'area pedonale con  fioriere, panchine e una fontana che regala giochi d'acqua e refrigerio ai passanti. L'inaugurazione è avvenuta nella mattina del 7 luglio alla presenza del sindaco Nogarin e dell'assessore ai Lavori pubblici Alessandro Aurigi. I lavori, per un importo di 600mila euro, sono durati sei mesi, e hanno consentito di recuperare l'antica piazza, un tempo luogo di sosta obbligata delle merci e dei forestieri in entrata e uscita dalla città murata, prima che la Porta a Pisa fosse demolita per la realizzazione di piazza della Repubblica. Sotto la pavimentazione è stato realizzato un impianto che assicura il ricircolo e il filtraggio dell'acqua della fontana, che sarà quindi sempre pulita e depurata, anche se non potabile, in modo che i bambini possano giocarci senza problemi.

piazza guerrazzi (10)-2

Il progetto della nuova piazza Guerrazzi 

La nuova pavimentazione realizzata è della stessa tipologia del materiale originario, la “pietra forte fiorentina”, posata a fasce concentriche come nella trama originaria. Per evidenziarne il disegno è stato pensato di alternare fasce di pietra con due diverse finiture (bocciardato e rigato) creando un effetto visivamente dinamico. Anche per il tratto di via del Pantalone fino all'incrocio con via delle Galere è stata mantenuta la trama originale della pietra, questa volta disposta con un motivo a zig zag, sempre alternando fasce di pietra con finitura bocciardata e levigata.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il marciapiede che contorna gli edifici storici è stato mantenuto visibile anche quando rimane alla stessa quota della piazza. Per il marciapiede del Cisternino, l'asfalto è stato sostituito con la pietra forte fiorentina a finitura bocciardata, utilizzata anche in quello del Picchetto, dove è stata rimossa la pietra serena storica, particolarmente degradata e difficile da recuperare. Sfruttando i piani esistenti, il progetto ha mantenuto la stessa quota del marciapiede proveniente dal porticato di via Grande, in modo da ottenere un percorso continuo accessibile. Mentre una lieve pendenza della pavimentazione della piazza in direzione del palazzo del Picchetto, ha consentito di mantenere, sul lato opposto a via Grande, la quota attuale del marciapiede storico. La fontana ornamentale evidenzia l'elemento acqua, che sarebbe stato il fine dell'architettura del Cisternino se le vicissitudini storiche non lo avessero impedito.

piazza guerrazzi (2)-2

La piazza è stata inoltre arricchita con specifici elementi di arredo urbano, quali dissuasori in ghisa di forma sferica lungo tutto il lato via Grande, e una serie di panchine in ghisa (materiale resistente agli atti vandalici) che sono state disposte lungo i lati del Palazzo del Picchetto che danno sulla piazza in modo da assicurare posti all’ombra sia al mattino sia nel pomeriggio, e offriranno una comoda seduta a chi, percorrendo la commerciale via Grande, intenda fare una sosta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Rosignano sotto osservazione famiglia di Casalpusterlengo. Il sindaco: "Situazione tranquilla"

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Minacciata con un coltello nel parcheggio del Parco Levante

  • Coronavirus, all'isola d'Elba due famiglie cinesi in quarantena volontaria: "Situazione sotto controllo"

  • Tragedia all'Isola d'Elba, 84enne muore dopo una caduta dal terrazzo della sua abitazione

Torna su
LivornoToday è in caricamento