Pietro Mascagni, in via Sant'Omobono un'opera dedicata al grande compositore livornese

Realizzata dallo scenografo Antonio Morozzi, il ritratto del musicista è stato creato vicino alla casa dove nacque nel 1863

Livorno continua a mostrare la sua vocazione di museo a cielo aperto, perfetta location per street art e opere che regalano un volto nuovo a tanti angoli della città. Sabato 7 dicembre, giorno in cui si celebra l'anniversario della nascita, nel 1863, del grande compositore e direttore d'orchestra livornese Pietro Mascagni, sarà inaugurato un dipinto eseguito dallo scenografo Antonio Morozzi su tre saracinesche del Bar Frassinelli, in via Sant'Omobono, la strada in cui sorgeva la sua casa natale.
Il dipinto raffigura il volto del compositore livornese e la scena di Cavalleria Rusticana "il Cavallo scalpita" tratta da immagini dell'opera omonima, rappresentata a Torino con la regia di Gabriele Lavia. 
A seguire, un breve intervento musicale dedicato a Pietro Mascagni, e l'esecuzione di tre brani di Cavalleria Rusticana, ovvero "Intermezzo", "Gli aranci olezzano" e "Il cavallo scalpita", interpretati dal baritono Michele Pierleoni, dalla pianista Stefania Casu e dalla Corale Pietro Mascagni.
All'evento, che si terrà alle 16 con il patrocinio del comune di Livorno, parteciperanno anche i figuranti dell'associazione La Livornina. Il tutto, oltre a commemorare la nascita del nostro famoso concittadino, servirà a sostenere l'Associazione Cure Palliative di Livorno.

Antonio Morozzi, chi è l'autore del dipinto dedicato a Mascagni

Scenografo impegnato negli allestimenti teatrali ed espositivi da circa 20 anni, oltre alla recente realizzazione del futuro punto informazione comunale per l'esposizione su Amedeo Modigliani, Antonio Morozzi è anche autore di un progetto in corso da 2 anni che riguarda principalmente via Verdi, ove aforismi e dipinti su livornesi noti e celebri visitatori della nostra città raccontano, con le loro parole e i loro ritratti, la storia di Livorno ed accompagnano la quotidianità degli abitanti e dei passanti. Vicino al dipinto su Pietro Mascagni, sempre in via Sant'Omobono, ha rappresentato "Il Carro Rosso " di Giovanni Fattori, anch'egli nato a pochi passi da piazza Cavallotti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

Torna su
LivornoToday è in caricamento