Ponte di Calafuria, il Comune dopo il crollo: "Rispettate i divieti"

L'amministrazione invita i cittadini a non sostare nelle zone transennate. In caso contrario sono previste sanzioni

Nel primo pomeriggio del 12 luglio si è staccata dal ponte di Calafuria una parte della copertura in plastica dei cavi elettrici. Grande è stata la paura tra i bagnanti presenti al momento del crollo anche se, per fortuna, non si sono registrati feriti. Il Comune è subito intervenuto con la protezione civile, polizia municipale e vigili del fuoco, per verificare che il transennamento effettuato lo scorso anno per delimitare l’area interdetta al passaggio e alla sosta dei pedoni fosse sufficiente. 

Il Comune: "Rispettate i divieti o ci saranno sanzioni"

I materiali, secondo quanto riportato da palazzo civico, sono caduti a una distanza maggiore del transennamento già presente, e per questo è stata effettuata una delimitazione più ampia e i pompieri effettueranno un transennamento con boe in acqua, in modo che le persone non arrivino all'area interdetta nemmeno via mare. "È fondamentale - fanno sapere dal Comune - che le persone rispettino i divieti, non sostando nelle parti transennate e non spostando le transenne, per salvaguardare l’incolumità di tutti. In caso contrario tra l’altro, rischierebbero anche sanzioni in quanto è in vigore una specifica ordinanza di divieto di passaggio e di sosta nella zona interessata al crollo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 13 dicembre per vento forte: previste mareggiate

  • Minaccia di gettarsi dal balcone: poliziotto salva la vita a una 87enne

  • Cecina, violento scontro tra un'auto e uno scooter: gravissimo 52enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento