Ponte di Calafuria, vertice in Prefettura: a ottobre via ai lavori di risanamento

L'incontro è stato voluto dal sindaco Salvetti. Anas ha stanziato oltre 3 milioni di euro per la messa in sicurezza della struttura

Come aveva annunciato il sindaco durante il sopralluogo al Ponte di Calafuria, interessato da un crollo di una copertura dei cavi elettrici, si è svolto, nella mattina del 22 agosto, un incontro in Prefettura riguardante il tema della questione sicurezza dell'opera stessa. Al vertice hanno partecipato il primo cittadino Luca Salvetti, la vice Monica Mannucci, Leonardo Gonnelli per la protezione civile, Alessio Bozzi (dirigente del dipartimento di lavori pubblici e assetto del territorio), la viceprefetto Sabatina Antonelli, il dirigente della protezione civile Salvatore Parascandola, vigili del fuoco, carabinieri, polizia e capitaneria di porto. La principale novità riguarda il fatto che Anas metterà a disposizione della struttura circa 3 milioni di euro per i lavori di messa in sicurezza. 

Foto Prefettura 2-2

I lavori al ponte di Calafuria

Dai primi di ottobre sarà effettuata una ristrutturazione conservativa, con la “passivazione” degli elementi metallici, che saranno scoperti e trattati con elementi chimici. Durante questo passaggio l'Anas farà un primo controllo alla sicurezza della struttura e lo ripeterà al termine dei lavori. Si provvederà a ricostituire la parte corticale, rinforzando il cemento che ha ceduto con una integrazione di calcestruzzo e si copriranno i buchi. Al termine dei lavori, come richiesto dal sindaco Salvetti, nel caso siano ritenute opportune, saranno effettuate le prove di carico per testare la solidità e la stabilità del ponte. Il camminamento pedonale sarà ripristinato, segnalato con la dovuta segnaletica ed illuminato. Nel frattempo, nel corso delle prossime due settimane, verrà effettuato un intervento urgente sulle zone pericolanti del ponte. Anche le Ferrovie dello Stato interverranno a breve per togliere manufatti arrugginiti che potrebbero cadere e diventare dannosi per chi sosta sotto il ponte.

ponte calafuria caduta copertura cavi

La sicurezza del ponte di Calafuria

Durante l'incontro, Anas, rappresentata dagli ingegneri Raffaele Celia e Gabriele Sandroni, ha confermato confermato la piena funzionalità strutturale dell’opera, il cui stato viene costantemente monitorato da tecnici specializzati, mediante verifiche e sopralluoghi giornalieri. A luglio scorso è stata, inoltre, effettuata, da una ditta esterna, un’ispezione generale dell’opera anche a mezzo l’utilizzo di droni, il cui esito non ha evidenziato criticità strutturali.

salvetti-3-2

Salvetti: "La situazione deve tornare alla normalità"

Al termine dell'incontro in Prefettura, il sindaco ha sottolineato gli aspetti del Ponte che lo preoccupano maggiormente: "I cittadini hanno dubbi sulla tenuta del ponte di Calafuria. Abbiamo la necessità di sapere che l'opera è sicura e che, in caso contrario, sia messo in sicurezza. Mi trasmette inquietudine anche il camminamento per il passaggio pedonale interdetto sopra il ponte. Quest'ultimo è transitato la sera da molti giovani a piedi che hanno come ausilio la luce dei cellulari per segnalare la presenza agli automobilisti. Servono risposte concrete ed interventi celeri, affinché la situazione torni alla normalità”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

  • Esercito, polizia e vigili del fuoco in via Terrazzini: strada chiusa, ma è un falso allarme

Torna su
LivornoToday è in caricamento