Professoressa sospesa a Palermo, giovedì 23 maggio il presidio di Usb

Appuntamento alle 17 davanti all'ufficio scolastico provinciale: "Nessuno può reprimere il libero pensiero degli studenti"

L'Unione sindacale di base scende al fianco di Rosa Maria Dell'Aria, la professoressa di italiano dell'Istituto tecnico Vittorio Emanuele III sospesa per 15 giorni, con stipendio dimezzato, per non aver vigilato sul lavoro di alcuni suoi studenti che in un video hanno accostato le leggi razziali al decreto Sicurezza di Salvini. Usb Scuola ha lanciato una petizione per chiedere l'immediata cancellazione della sanzione e ha organizzato presidi in tutta Italia. La sezione di Livorno, il 23 maggio alle 17, sarà davanti all'ufficio scolastico provinciale (via Galilei 40) a protestare: "Invitiamo tutti i lavoratori della scuola, gli studenti e la cittadinanza ad unirsi ai presidi per manifestare insieme la difesa della Scuola come luogo in cui crescono coscienze critiche e libere, capaci di comprendere il passato, il presente. Nessuna censura può reprimere l’azione e il libero pensiero degli studenti e dei docenti. Chiediamo il ritiro immediato della sanzione inflitta alla collega di Palermo perché riteniamo che la scuola pubblica statale sia da difendere nel suo ruolo di istituzione garante della libertà dei futuri cittadini". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Venturina, cade dalle scale di casa e precipita per oltre tre metri: grave 45enne

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

Torna su
LivornoToday è in caricamento