Rio Felciaio e Accademia, stop al divieto: acque pulite, si torna a fare il bagno

I campioni prelevati nell'area interessata sono stati sottoposti ad analisi: l'assenza di criticità ha messo fine all'ordinanza dell'amministrazione

Non propriamente eccellenti, ma almeno sufficienti sì. Sono confortanti i risultati delle analisi Arpat sui campioni d'acqua prelevati nelle aree Accademia Sud e Rio Felciaio, nuovamente riaperte alla balneazione dopo l'interdizione che era scatta lo scorso martedì 9 luglio con tanto di ordinanza dell'amministrazione comunale. A comunicarlo è la stessa agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana (Arpat) che, sul proprio sito, mette a disposizioni i dati delle rilevazioni a oggi 12 luglio.

areebalneari-2

Il divieto di balneazione era scattato dopo il riscontro della presenza, oltre il limite consentito, di Enterococchi intestinali e, nel caso del'area denominata Accademia Sud, anche di Escherichia Coli. I parametri, rientrati nella norma, hanno dunque consentito di rendere nuovamente accessibile quei tratti di mare. Anche se, tra  i bagnanti, la domanda resta sempre la stessa: come è possibile che, spesso, a essere interdette siano zone facilmente raggiungibili, dove l'accesso al mare è libero e gratuito, mentre gli specchi'd'acqua contigui e antistanti a strutture private non sono mai interessati da tali provvedimenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Allerta meteo a Livorno per venerdì 15 novembre: previsti temporali e forte vento

  • Cartello offensivo sulla disabilità, ristorante in Venezia al centro delle polemiche: la condanna del Comune

  • Attentato in Iraq, feriti 5 militari italiani: due sono paracadutisti del Col Moschin di stanza a Livorno

  • Allerta meteo a Livorno per martedì 12 novembre: codice giallo per temporali e vento a 70 km/h

  • Cartello offensivo, il cuoco-socio prende le distanze dai titolari: "Mi vergogno, ma non c'entriamo né io né lo staff"

  • Acqua alta a Venezia, il commento di Nogarin fa infuriare la rete: "Colpa mia?"

Torna su
LivornoToday è in caricamento