Falso "Made in Italy": sequestrati 300 capi di abbigliamento al porto di Livorno

Operazione della guardia di finanza: denunciato il rappresentante legale di un'azienda di moda di Pistoia

Circa 300 capi di abbigliamento destinati a una società di moda di Pistoia sono stati sequestrati al porto di Livorno grazie al lavoro tra guardia di finanza e agenzia delle dogane e dei monopoli. I vestiti, nonostante fossero stati prodotti in Tunisia, riportavano la dicitura "made in Italy". Le fiamme gialle sono state insospettite dalle modalità con le quali erano state apposte le etichette d'origine. L’abbigliamento, soprattutto intimo femminile, recava sui capi sia scritta "made in Tunisia", posta in modo da facilitarne la veloce asportazione senza intaccare l'integrità degli indumenti, sia quella “made in Italy”. Per questo motivo, l'82enne rappresentante legale dell'azienda italiana pistoiese è stato denunciato. La merce sequestrata, se fosse stata venduta, avrebbe consentito un guadagno di 20mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2 Toscana: le linee guida stabilimenti balneari, campeggi, parchi di divertimento e ristoranti. L'ordinanza della Regione

  • Romito, grave 15enne livornese recuperato in mare dopo caduta dagli scogli

  • Bagni Pancaldi, la protesta dei clienti: "Ricattati di perdere il posto in caso di mancato rinnovo"

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Tragedia in via Mondolfi, motociclista muore a 58 anni dopo lo scontro con un suv

Torna su
LivornoToday è in caricamento