Goldoni, la Cavalleria Rusticana apre la stagione. Lenzi: "Presto un Festival Mascagnano"

Il capolavoro del compositore livornese sarà in scena, per la prima volta dal 1972, con l'opera di Giacomo Puccini "Suor Angelica". Appuntamento il 19 e 20 ottobre

Il cast di Cavalleria Rusticana e Suor Angelica

"Cavalleria Rusticana", capolavoro di Pietro Mascagni, aprirà ufficialmente la stagione del Teatro Goldoni sabato 19  e domenica 20 ottobre. Una produzione realizzata in collaborazione con il teatro Coccia di Novara e il teatro Sociale di Rovigo che porta sul palco, da protagonisti, i cantanti del Mascagni Opera Studio -  l'unico percorso formativo al mondo sul canto verista -  con la regia di Gianmaria Aliverta e la direzione musicale del Maestro Daniele Agiman.

Per la prima volta dal 1972 "Cavalleria Rusticana", che è tra le opere più amate e rappresentate al mondo, sarà in scena non in coppia con "Pagliacci" di Leoncavallo ma con "Suor Angelica", opera di Giacomo Puccini (biglietti da 12 a 40 euro, disponibili in biglietteria, on line sul sito del Teatro Goldoni e su Ticket One). Un dittico interessante anche a dimostrazione della profonda amicizia tra gli artisti. Non è infatti un abbinamento casuale visto che lo stesso Mascagni, il 24 agosto del 1930, inaugurò la prima edizione del Festival Pucciniano con "La Bohème".

Simone Lenzi assessore alla cultura (1)-2

Simone Lenzi: "A presto un Festival Mascagnano"

"In questo momento tutta l'amministrazione sta seguendo l'organizzazione della grande impresa che è la mostra di Modigliani - ha dichiarato l'assessore alla Cultura Simone Lenzi -. L'artista livornese però, è solo uno dei punti di forza di cui la città si deve servire per riallacciare rapporti col mondo intero, e un altro è sicuramente Mascagni. Appena l'affaire Modigliani sarà concluso, inizieremo a lavorare per organizzare un Festival Mascagnano, un evento importante da cui ripartire".

cavalleria rusticana goldoni (3)-2

Il dittico "Cavalleria Rusticana -  Suor Angelica": le due opere diventeranno una sola

L'idea del regista, il giovane ma già affermato Gianmaria Aliverta, è quella di far vivere le due opere in una sola creando, alla fine, un'unica storia che - sullo sfondo di una terra intrisa di religiostà cattolica che non di rado sfocia nella superstizione - racconta di figli strappati alle madri e madri che si piegano al volere di donne più forti. "Spero che questa unione spinga chi la guarda a porsi delle domande, anche sulla condizione della donna", ha spiegato il regista. Lo spettatore sarà accompagnato in un viaggio che si snoda tra la fede e il senso oppressione della Chiesa. Un senso di oppressione che si mostra chiaramente sia nei costumi di Sara Marcucci che nella scenografia di Francesco Bondì, in cui troveremo tanta Sicilia, e soprattutto Palermo.

"Tutto l'impianto scenico nasce dall'idea di far passare l'oppressione della Chiesa che si concentra sull'immagine attraverso la retorica barocca; un'oppressione che fa presa su una povera donna, poco colta e in balìa di credenze e superstizioni". L'opera comincerà quindi con le vicende di Suor Angelica, successive rispetto quelle di Cavalleria e terminerà andando a ritroso di sette anni fino ad arrivare alla famosa Pasqua in cui Suor Angelica diventa una giovane Lola.

Maestro Daniele Agiman: "Il Mascagni Opera Studio è una scommessa vinta"

"Sono felice di tornare a Livorno dopo la messa in scena di Iris due anni fa e di trovare un tale fermento - ha raccontato il direttore d'orchestra -, spesso nei teatri di tradizione c'è più vitalità e voglia di fare che nei grandi Enti Lirici, e la Fondazione Goldoni da anni porta avanti un lavoro di fondamentale importanza mettendo al centro dell'attenzione il verismo come elemento fondante della modernità. Il Mascagni Opera Studio è una scommessa vinta e qui arrivano da tutto il mondo grandi voci che, in poco tempo, spiccano il volo e diventano professionisti". Tra i protagonisti di "Cavalleria Rusticana" e "Suor Angelica" nomi noti come Valentina Boi, Donata D'Annunzio Lombardi, Aquiles Machado e Sergio Bologna e nuove leve che debuttano proprio sul palco del teatro Goldoni come la russa Sofya Yuneeva.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma in via Magenta, muore a 61 anni dopo aver accusato un malore al bar

  • Tragedia in via del Collegio, operaio muore a 55 anni cadendo da una scala

  • Via Montebello, violento scontro tra due scooter: quattro feriti

  • Mika, trovato il chitarrista livornese per il live al Pala Modigliani: "E giovedì visiterò la vostra città". Video

  • Mika cerca un chitarrista per il concerto a Livorno del 2 dicembre: come fare domanda

Torna su
LivornoToday è in caricamento