Enriques, un topo tra le aule del liceo: la foto

Nello scatto si può vedere il roditore all'interno dell'istituto. E sul caso di scabbia l'Asl precisa: "La scuola non è responsabile"

Un topo è stato fotografato all'interno del liceo Enriques di Livorno. Il roditore, come possibile vedere dalla foto che ci è stata inviata, era presente all'interno di un'aula del plesso scolastico e la sua presenza non è passata certamente inosservata a chi è riuscito a "immortalarlo". Naturalmente la scuola, sempre attenta alla sicurezza dei propri studenti soprattutto dal punto di vista igienico come testimonia la circolare diffusa per un presunto caso di scabbia, prenderà provvedimenti per garantire agli alunni classi degne di tale nome, come richiesto dagli stessi in occasione della manifestazione dell'11 ottobre. 

scuola enriques (2)-2

Presunto caso di scabbia all'Enriques, la scuola: "Intensificate le pulizie"

Con una circolare pubblicata il 10 ottobre, la scuola ha infatti avvisato le famiglie della scoperta fatta dall'Unità funzionale di igiene pubblica e nutrizione di Livorno: "Nell'istituto - si legge - è stato riscontrato un caso di acariosi (scabbia). Si tratta di un'infestazione comune e non grave e in questi casi non è prevista né la chiusura della scuola, né un intervento di disinfestazione dei locali. Il personale collaboratore scolastico della scuola e la ditta incaricata delle pulizie intensificheranno le normali pulizie che garantiscono l'igiene dei locali e la scuola continuerà a monitorare attentamente la situazione. Tuttavia invitiamo le famiglie per i prossimi 40 giorni a porre un'attenzione particolare nei riguardi di propri figli. Qualora sorgessero prurito persistente e/o lesioni cutanee da grattamento è bene avvisare il medico curante".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Asl: "La scuola non è responsabile per la scabbia" 

L'Asl, attraverso un comunicato, ha cercato di tranquillizzare le famiglie sollevando la scuola da possibili responsabilità: "Questo acaro non è presente negli edifici o nelle palestre, ma è addosso alle persone e si trasmette con il contatto fisico prolungato, dormendo nelle stesse lenzuola o indossando gli stessi vestiti. Le segnalazioni di casi di scabbia sono sempre avvenute e si sono sempre risolte attraverso le buone pratiche di igiene personale. Il rientro a scuola dello studente può avvenire 24 ore dopo l'inizio della terapia specifica". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mick Jagger sceglie Bolgheri e la Toscana per le sue vacanze estive

  • Tragedia ai Tre Ponti, 81enne muore annegato dopo aver accusato un malore

  • Mascagni Festival, palcoscenico alla Terrazza e anteprima in Fortezza Nuova: tra i protagonisti anche Luca Zingaretti. Il programma

  • Filma il market dove si vende birra fuori orario, consigliere aggiunto aggredito nella rissa in piazza della Repubblica

  • Incidente sul Romito, grave centauro dopo lo scontro in moto con un'auto

  • Coronavirus: zero contagi a Livorno, 19 nuovi casi e due morti in Toscana. Il bollettino di martedì 7 luglio

Torna su
LivornoToday è in caricamento