Strage di delfini, la causa è il morbillo: i risultati delle analisi sui mammiferi spiaggiati

Le necroscopie su alcuni esemplari confermano la presenza del virus: da inizio anno 37 casi di mammiferi deceduti, molti dei quali ritrovati sulle coste livornesi

Adesso non ci sono quasi più dubbi. La moria di delfini che, soprattutto nei mesi di giugno e luglio, ha interessato il cosidetto santuario dei cetacei, dove da inizio anno sono deceduti 37 mammiferi ritrovati spiaggiati per lo più sulle coste livornesi, ha una causa abbastanza precisa: il morbillo. A dirlo sono i risultati delle necroscopie effettuate dall'Istituto Zooprofilattico Sperimentale Lazio e Toscana (IZS) su quattro esemplari ancora integri di tursiope, rinvenuti a Baratti, San Vincenzo, Viareggio e Isola d'Elba. "Dai rilievi analitici risulta una importante positività per il Morbillivirus dei cetacei (CeMV) - si legge nella relazione IZS -; tutti e 4 i soggetti esaminati sono infatti risultati positivi al virus. Il CeMV colpisce soltanto i cetacei risultando quindi patogeno solo per questi animali. Le indagini istologiche ed in parte quelle batteriologiche risultano ancora in corso, ma i dati preliminari sembrerebbero confermare il sospetto diagnostico per CeMV".

Isola d'Elba, lo spettacolo dei delfini nel golfo di Procchio. VIDEO

delfino foce del serchio 9 agosto-2-2

Strage di delfini, Fratoni: "Triste assistere impotenti alla morte di questi esemplari"

Il riscontro di morbillivirus nei mammiferi marini spiaggiati in Toscana non è una novità. Già nel 2013 e ancora nel 2016 si è assistito ad importanti epidemie di tale virosi che però hanno interessato principalmente la specie stenella striata, mentre questa stagione il virus sembra aver attaccato soprattutto i tursiopi (tursiops truncatus). "L'esito delle analisi batteriologiche delle prime quattro autopsie sembra andare in un'unica direzione, la presenza di Morbillivirus CeMV - dice l'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - È una risposta che in qualche modo ci aspettavamo, ma che non può certo rallegrarci visto che nel 2013 il Morbillivirus CeMV causò la morte di molti delfini. Si tratta di un virus pericoloso esclusivamente per i cetacei, che i delfini si trasmettono attraverso il contatto fisico. Dunque al momento non sembrano esserci pericoli ambientali, tuttavia è triste prendere atto di quanto sta avvenendo e sentirsi impotenti davanti alla morte di queste splendide creature".     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in Messico, livornese muore a 33 anni folgorato da una scarica elettrica mentre pesca

  • Isola d'Elba, perde il controllo dell'auto e si ribalta: feriti madre e figlio

  • Badanti non dichiarano il reddito: scoperta evasione fiscale di 300mila euro

  • Madre e figlia investite da auto pirata, il conducente si costituisce ai carabinieri

  • Non vuole pagare l'affitto e aggredisce la proprietaria dell'appartamento: interviene la polizia

  • Minacciata con un coltello nel parcheggio del Parco Levante

Torna su
LivornoToday è in caricamento