Maxi lite nell'area sosta camper: in via Mondolfi arriva anche l'esercito

Scontro tra stranieri in prossimità del Parco del Mulino. Sul posto anche un'ambulanza dell'Svs di Ardenza, polizia, carabinieri e municipale

Una maxi lite è scoppiata nel tardo pomeriggio del 13 agosto in via Mondolfi, nello specifico nell'area di sosta dei camper in prossimità della sede della cooperativa Parco del Mulino. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, le persone coinvolte, tutte nomadi di etnia rom che vivono più o meno stabilmente nella zona, sarebbero almeno una quindicina. Una lite generata da futili motivi per una questione di parcheggio. Impressionante lo schieramento di forze dell'ordine intervenute sul posto dopo le numerose chiamate arrivate intorno alle 19 alla centrale operativa del 113 che segnalavano una situazione caotica con molte persone coinvolte.

Da lì la decisione di inviare quattro volanti della polizia, due pattuglie dei carabinieri, la polizia municipale e due mezzi militare dell'esercito impegnato nel servizio "operazione strade sicure". Una misura straordinaria che, come spiegato dal dirigente capo dell'ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico Claudio Cappelli, si è resa necessaria per sedare diversi focolai di lite tra persone, tra l'altro, in evidente stato di alterazione per l'assunzione di sostanze alcoliche. Sul posto anche un'ambulanza dell'Svs di Ardenza per quanto, al momento, non si registrino feriti. Sul caso nonostante non siano state sporte denunce indaga la polizia municipale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

  • Allerta meteo a Livorno venerdì 13 dicembre per vento forte: previste mareggiate

  • Minaccia di gettarsi dal balcone: poliziotto salva la vita a una 87enne

  • Cecina, violento scontro tra un'auto e uno scooter: gravissimo 52enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento