Modigliani, Arnaud Liard porta "L'Âme de Montparnasse" in via Roma. Intervista allo street artist parigino

L'autore del murale omaggio a Dedo che sarà inaugurato venerdì 15 novembre: "Emozionato a dipingere a pochi passi da casa sua". L'opera fa parte del progetto di promozione artistica del comitato Mura-Li

C'è un fil rouge che lega Parigi e Livorno e che segna, idealmente, il ritorno a casa di Amedeo Modigliani, celebrato in città con la grande mostra in corso al Museo della Città. Un fil rouge che passa anche dal progetto "L'âme de Montparnasse" che lo street artist parigino Arnaud Liard, grazie alla promozione artistica di Mura-Li, sta realizzando in questi giorni proprio in via Roma, a pochi passi dalla casa dove Dedo è nato il 12 luglio del 1884. L'opera crea attraverso il colore un legame tra il luogo di nascita e il quartiere di Montparnasse, fondamentale nello sviluppo artistico e umano dell'artista livornese e prende spunto da uno dei pochi ritratti fotografici di Modigliani giunti fino ai giorni nostri. Qui il ritratto è reinterpretato attraverso elementi colorati ed astratti e inserito all'interno di una composizione che rappresenta lo storico café "La Rotonde" di Parigi, luogo d'incontro prediletto da tutti gli artisti.

Arnaud Liard: "Emozionante dipingere a pochi passi da casa di Modigliani"

Le avverse condizioni metereologiche, fino ad oggi, non hanno certo aiutato l'artista parigino. La pioggia, però è un'occasione per scambiare due chiacchiere con lui.

Arnaud, cosa rappresenta "L'Âme de Montparnasse" e con quale tecnica è eseguita?

"Rappresenta luoghi distanti che prendono vita sullo stesso muro, luoghi che hanno fatto parte della sua vita. Modigliani ha passato gran parte della sua esistenza a Parigi, nel quartiere di Montparnasse, e io ho lavorato partendo da fotografie che ho scattato nei suoi luoghi. Quello che mi interessava era trasporre Modigliani in un chiave contemporanea e contestualizzarlo ai giorni nostri, da qui nascono le forme geometriche che fanno parte del mio lavoro".

Come mai hai scelto di riprodurre proprio questa immagine dell'artista?

"Ho visto e studiato molte foto di Modigliani ma in tutte era ritratto in pose piuttosto 'antiche'. Lo scatto da cui sono partito era l'unico, invece, che aveva uno stile moderno che mi sembrava più adatto per il tipo di lavoro che avevo in mente, ovvero raccontare Modigliani in maniera contemporanea. Inoltre la superfice del muro è molto grande e disposta in verticale, per cui la foto era perfetta".

arnaud liard-2

Che emozione ha provato realizzando un'opera dedicata a Modigliani nella sua città natale?

"La paura, la paura dell'autore. A parte gli scherzi, per adesso l'emozione è ancora molto fisica, data dall'atto stesso del dipingere e dal fatto di stare molto vicino a quello che sto realizzando, a pochi passi dalla casa in cui Modigliani è nato".

Mostra Modigliani, info su biglietti, sconti e orari

La street art è ormai entrata a pieno titolo nelle nostre città, anche a Livorno. Che importanza ha da un punto di vista sociale e urbanistico?

Ha un ruolo fondamentale, soprattutto quando si tratta di muri grandi come in questo caso. È una forma d'arte che parla a chiunque, ci sono persone che si avvicinano all'arte anche grazie alla street art perché non rimane chiusa nelle gallerie; per me è importantissima perché mi aiuta ad arrivare a molte più persone. È una forma d'arte a cui tutti possono accedere facilmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato topo in una trappola, l'Asl chiude il laboratorio di pasticceria Piccoli Piaceri

  • Renato Zero ringrazia i livornesi: "Dé, mi avete fatto sentire a casa"

  • Trovato in overdose nel bagno di un locale, 30enne salvato dal medico del 118

  • Chiude l'Oviesse alle Fonti del Corallo. Il sindacato: "Lavoratrici ricollocate in altri punti vendita"

  • Terremoto di magnitudo 4,5 in Toscana, la scossa avvertita anche a Livorno

  • Viale del Risorgimento, auto investe madre e figlio: grave 35enne

Torna su
LivornoToday è in caricamento