Vigili del fuoco, Usb: "Stato sperpera soldi per la Difesa. A noi neppure un'autoscala"

L'Unione sindacale di base al fianco dei pompieri di Piombino costretti a operare senza uno dei loro mezzi principali: "Basterebbe poco per comprarne uno"

"I vigili del fuoco di Piombino sono senza autoscala, ma lo Stato preferisce spendere soldi per decine di mezzi militari che andranno a 'giocare alla guerra' in Qatar". Il duro attacco porta la firma dell'Unione sindacale di base di Livorno che è scesa al fianco dei pompieri a causa della carenza di uno dei loro mezzi principali: "Ad oggi è difficile intervenire in caso di incendio in appartamento, però i cittadini della Val di Cornia possono ammirare al porto di Piombino lo splendido via vai di lanciamissili e carri armati". 

Usb: "Situazione denunciata il 22 agosto, ma senza risposta"

L'Unione sindacale di base tende la mano ai pompieri senza risparmiare attacchi alle istituzioni: "Nella notte tra il 29 e il 30 agosto sul porto di Piombino è stato completato l'imbarco di mezzi, uomini ed esplosivi per conto dell'Esercito Italiano. Gli stessi verranno trasportati da una nave battente bandiera maltese fino a Doha, in Qatar. Dalle notizie raccolte pare che l'Esercito Italiano abbia instaurato un rapporto di collaborazione con l'esercito del Qatar e che i due svolgeranno, in forma congiunta, l'esercitazione denominata Naser 2019. Tutto questo avviene mentre i vigili del Fuoco di Piombino sono senza autoscala, come denunciato lo scorso 22 agosto alle autorità competenti (Ministro dell'Interno, Direzione regionale vigili del fuoco, prefettura di Livorno e sindaco di Piombino) ma senza ricevere risposta. In compenso la nostra città gode della vista del passaggio di decine di mezzi militari che andranno a 'giocare alla guerra' in Qatar".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Troppi soldi sperperati in spese militari" 

"Come rappresentanti di Usb vigili del fuoco - continua il sindacato - non ci possiamo esimere dall'esprimere tutto il nostro dissenso per i soldi sperperati nelle spese militari, con i nostri porti aperti a navi con mezzi militari ed armamenti, ma chiusi all'accoglienza ed alla solidarietà. Abbiamo fatto una stima al ribasso e probabilmente con quel carico di mezzi militari lo Stato Italiano avrebbe potuto comprare almeno 40 autoscale per i pompieri. A Piombino ne basterebbe una per poter intervenire tempestivamente in caso di incendio in un appartamento. I cittadini della Val di Cornia invece si devono accontentare di vedere sul loro territorio i lanciamissili dell'esercito che non serviranno a salvare vite ma almeno se ci attaccasse la vicina Follonica potremmo difenderci al meglio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

  • Coronavirus: nono decesso e 22 nuovi casi positivi tra Livorno e provincia, 238 in Toscana. Il bollettino di martedì 24 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento