Arte contemporanea, alla Galerie21 la personale di Michelangelo Consani

Sarà visitabile fino al 20 gennaio 2020 la mostra personale di Michelangelo Consani, inaugurata lo scorso 30 novembre alla Galerie21, dal titolo "Angeli, limoni, pappagalli e tartarughe", curata da Paolo Emilio Antognoli Viti.

Michelangelo Consani, livornese classe 1971, si presenta per la prima volta nella sua città natale dopo venticinque anni di attività ed un curriculum nazionale ed internazionale ricco e prestigioso. Lo fa con un recente ciclo di lavori inediti, appositamente realizzati per lo spazio espositivo della Galerie21, che aprono un tempo nuovo nella sua produzione e palesano il tentativo di liberarsi dalle esperienze del passato e dal tema prestabilito, per dirigersi verso il proprio intimo e più segreto universo personale. Un lavoro introspettivo e profondo, affrontato con lo scopo di rivelare e trasmettere sé stesso, senza filtri e preconcetti, al fine di distinguersi dall'omogeneizzazione caratteristica di molta arte contemporanea e dalla troppo frequentemente abusata spettacolarizzazione dell'evento: opere realizzate con materiali eterogenei che affiancano il legno ed il marmo, il bronzo e la ceramica, parte dei quali frutto di ritrovamenti casuali o recuperati da lavori marginali, abbandonati, che Consani unisce e rielabora conferendo loro una nuova dignità artistica.
Dopo una serie di importanti mostre collettive (Artkliazma, Russia a cura di Jeffrey Deitch; Schunck Glaspaleis, Paesi Bassi a cura di Pier Luigi Tazzi; Isola Art Center a cura di Bert Theis, Italia; Center for Contemporary Art Celje, Slovenia a cura di Marko Stamenkovic; Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, Biella a cura di Matteo Lucchetti), nel 2010 riceve da EX3, Centro per l'Arte Contemporanea di Firenze, il premio come miglior artista under 40. Lo stesso anno prende parte alla prima Triennale di Aichi che Akira Tatehata, Masahiko Haito, Hinako Kasagi, Pier Luigi Tazzi e Jochen Volz curano a Nagoya, in Giappone. Nel 2011 realizza una mostra personale presso la Kunstraum di Monaco di Baviera e presso CAMeC Pianozero della Spezia; nel 2012 espone al Museo Pecci di Prato e di Milano, in una mostra parallela della Biennale di Dakar e ai Frigoriferi Milanesi a Milano. Nel 2013 il Museo di Lissone lo invita a realizzare un progetto speciale in occasione dell'inaugurazione del museo. Nel 2014 realizza tre mostre personali: a Tokyo presso la Galleria Side2; a Parigi da Glassbox e a Berlino presso Zirkumflex. Nello stesso anno espone all'interno del progetto "Atwork" alla Donwahi Fondation in Abidjan e al Watou Kunstenfestival a Watou in Belgio. Nel 2015 realizza una mostra personale dal titolo "Le cose potrebbero cambiare" negli spazi di Prometeo Gallery a Milano a cura di Matteo Lucchetti e partecipa al progetto "Something Else" nello spazio Darb 1718 Contemporary Art & Culture al Cairo in Egitto, a cura di Simon Njami. Nel 2016 prende parte alla 16° Quadriennale di Roma nella sezione dal titolo "De Rerum Rurale" a cura di Matteo Lucchetti. Nel 2017 espone alla Fondazione Ragghianti di Lucca in un progetto dal titolo "Il passo sospeso" a cura di Alessandro Romanini. Nel 2018/19 realizza un nuovo progetto per il PAV Parco Arte Vivente di Torino a cura di Gaia Bindi e Piero Gilardi e partecipa al progetto "I had a dream" all'Africa Center di Harlem a New York, a cura di Simon Njami. Ha partecipato a numerosi talk tra i più significativi ricordiamo: "Michelangelo Consani e Alberto Garutti", Accademia di Belle Arti, Firenze, Italia; "Forum dell'arte contemporanea: censura e autocensura", Centro per L'arte Contemporanea Luigi Pecci, Prato, Italia; presentazione del progetto "THE CASPIAN DEPRESSION book", Museo Pecci, Milano; workshop "THE SOLAR PROJECT", Kunstraum Muenchen, München, Germania; Artists Talk "THE SOLAR PROJECT" al PAV Parco d'Arte Vivente, Torino, Italia; "BEAT ON THE BRAT", lettura coordinata da Pier Luigi Tazzi, Museo Marino Marini Firenze, Italia; "SOLAR COOKING PROJECT", lettura curata da Lorenzo Giusti, Centro d'Arte Contemporanea Strozzina (CCCS), Firenze, Italia. L'artista inoltre è stato presente nelle più prestigiose fiere d'arte nazionali e internazionali: Artissima Torino, Arco Madrid, MiArt Milano, Art Basel Hong Kong, Tokyo Art Fair, Arte Fiera Bologna, Arte Fiera Verona.

La mostra sarà visitabile fino al 20 gennaio dal lunedì al sabato con orario 17 - 20
Su appuntamento in tutti gli altri giorni ed orari

PER INFO
Galerie21 
Via Roma 94/a – Livorno 
336.586416
info@galerie21livorno.com


 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • Arte, al Museo della Città la mostra "Modigliani e l'avventura di Montparnasse"

    • dal 7 novembre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea
  • Arte, "Fine street art" in mostra alla galleria Uovo alla Pop

    • Gratis
    • dal 11 gennaio al 8 febbraio 2020
    • Galleria Uovo alla Pop
  • Galleria Giraldi, inaugurazione della mostra "Azotrumbo" di Gianni Asdrubali

    • Gratis
    • dal 30 novembre 2019 al 15 febbraio 2020
    • Galleria Giraldi

I più visti

  • Arte, al Museo della Città la mostra "Modigliani e l'avventura di Montparnasse"

    • dal 7 novembre 2019 al 16 febbraio 2020
    • Museo della Città – Luogo Pio Arte Contemporanea
  • "Città filosofica", incontri e dialoghi sulla filosofia

    • Gratis
    • dal 16 settembre 2019 al 1 maggio 2020
    • Aula Magna Istituto Vespucci
  • Modigliani, ebreo livornese: un convegno al Museo di Storia Naturale del Mediterraneo

    • da domani
    • Gratis
    • dal 22 al 23 gennaio 2020
    • Museo di Storia Naturale del Mediterraneo
  • Livorno Piano Competition: il programma degli eventi

    • Gratis
    • dal 21 al 26 gennaio 2020
    • La Goldonetta
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    LivornoToday è in caricamento