Primo giorno di scuola: i consigli per farlo vivere al meglio ai nostri bambini

Lunedì 16 settembre prenderà il via il nuovo anno scolastico, con centinaia di bambini attesi dal passaggio dalle materne alle elementari

È ormai tutto pronto per il primo giorno di scuola. Lunedì 16 settembre gli istituti della nostra città riapriranno infatti i cancelli, con gli studenti di tutte le età che, loro malgrado, dovranno tornare a sedere sui banchi. Un’emozione particolare attende soprattutto i bambini che, terminato il percorso alle materne, si apprestano a vivere il loro primo giorno di scuola in assoluto. L’approdo alle elementari è infatti uno dei passaggi fondamentali della vita, da far però vivere ai nostri bambini senza ansie od eccessive paure.

Ecco quindi alcuni consigli per preparare i nostri figli con serenità a questo delicato momento di passaggio.

Primo giorno di scuola: consigli ed errori da evitare

Il passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare comporta un drastico mutamento nella vita di un bambino, costretto a vivere all’interno di un nuovo ambiente con nuove regole e nuovi compagni. Per prima cosa, è bene parlare con lui del cambiamento che lo attende, illustrandogli tutte le principali novità con le quali verrà in contatto. Sbagliato però caricarlo di eccessive ansie o paure: si tratta di una tappa da far vivere al bambino con serenità e senza stress, evitando di pretendere fin da subito voti alti. L’ansia da prestazione, in un contesto già di per sé ricco di cambiamenti, svolge infatti un ruolo estremamente negativo, che potrebbe provocare uno stress eccessivo. Opportuno quindi concentrarsi anche sugli aspetti più positivi della nuova esperienza, come le nuove amicizie, le recite o le gite che verranno affrontate nel corso degli anni. Il bambino dovrà infatti vedere la scuola come un’opportunità e non come un impegno al quale non si può rinunciare.

Per favorirne un atteggiamento positivo è poi consigliabile preparare insieme a lui tutto il materiale necessario per il primo giorno di scuola: scegliere insieme penne, matite, astucci, zaino, grembiule e quant’altro lo aiuterà a sentirsi parte attiva del cambiamento, che verrà così vissuto con maggior relax e serenità.

Infine, è necessario che la mattina della prima campanella tutto si svolga con calma e senza fretta: un atteggiamento rilassato da parte vostra aiuterà il bambino a prepararsi in piena tranquillità a uno dei giorni più importanti della sua vita.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star a Livorno, i nomi delle tre pasticcerie in gara

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Perde il controllo dello scooter e finisce fuori strada: 24enne in coma

  • Ascoli-Livorno, la denuncia dei tifosi amaranto: "Lasciati senza acqua sotto il sole, come le bestie"

Torna su
LivornoToday è in caricamento