Elezioni, la nuova composizione del consiglio provinciale: in quattro costretti a lasciare

Il centrodestra dovrà sostituire tre membri, il centrosinistra solamente uno: ecco chi non ce l'ha fatta

Il risultato della elezioni amministrative nella provincia di Livorno fa sì che anche la composizione del consiglio provinciale subisca un netto cambiamento con ben 4 consiglieri che dovranno essere sostituiti perché non eletti nei rispetti consigli comunali. Stando ai dati ancora non ufficializzati, a cedere il loro posto saranno 3 consiglieri di Provincia Domani (area centrodestra): Elisa Amato (Livorno), Antonino Vecchio (Cecina) e Maria Graziella Angeli (Rosignano Marittimo), mentre rimarrà in carica Lorenzo Gasperini (Cecina). Per quanto riguarda la lista di Provincia Democratica (area centrosinistra) a lasciare il suo posto sarà Graziano Luppichini (Rosignano Marittimo). 

Come funziona la sostituzione dei consiglieri provinciali

Ma come funziona la sostituzione dei consiglieri provinciali? Proviamo a fare chiarezza: la loro sostituzione avviene tramite surroga una volta che i consigli comunali si sono insediati. I consiglieri che non sono riusciti a riconfermare il proprio posto saranno sostituiti con altri che, al momento delle votazioni, facevano parte delle liste con le quali erano entrati in Provincia. Qualora nelle liste non ci siano persone che risultino elette, non ci saranno nuove entrate. Il consiglio provinciale potrebbe decadere solo se i consiglieri rimanenti non fossero sufficienti a garantire il numero legale (50%+1): situazione che, tuttavia, non accadrà perché i consiglieri di Provincia Democratica sono già 7 su 12. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Variante Aurelia, auto perde il controllo e si ribalta: due feriti, traffico in tilt

  • Marina di Castagneto, maxi rissa in discoteca: "Delinquenti fuori controllo, aggredite anche le ragazze"

  • Salvini contro il Vernacoliere, Mario Cardinali: "Stiamo andando verso il cattofascismo"

  • I mercatini di Natale a Livorno e provincia: il calendario degli appuntamenti per il 2019

  • Salvini all'Elba e a Firenze, mobilitazione delle "Sardine" anche a Livorno con un flash mob il 30 novembre

  • Sardine livornesi a Firenze: "Meglio un pisano in casa che Salvini all'uscio". Foto

Torna su
LivornoToday è in caricamento