Elezioni 2019, Nogarin apre alle liste civiche: "A Livorno possiamo sperimentare"

Il sindaco uscente accoglie favorevolmente la proposta del leader M5s Luigi Di Maio: "A Livorno abbiamo fatto tante cose per la prima volta"

Sperimentare aprendo alle liste civiche. Andando, quindi, contro i principi originari del M5s, quelli secondo cui non ci sarebbero mai stati apparentamenti con qualsivoglia forza politica. Un tentativo tentativo tuttavia necessario per recuperare consensi e porre un freno all'emorragia di voti certificata dai pessimi risultati nelle recenti elezioni regionali in Molise, Abruzzo e Sardegna. La proposta è del leader pentastellato Luigi Di Maio, ma tra i primi ad accoglierla favorevolmente è il sindaco uscente di Livorno Filippo Nogarin, pronto a sfruttare il terreno fertile di un territorio, quello livornese, dove il proliferare di forze civiche ancora senza una casa potrebbe giocare in favore di un Movimeto costretto a confrontarsi con l'ascesa della Lega e di una coalizione Pd che, almeno a Livorno, sembra avere ancora speranze di vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sarebbe bello poter sperimentare un lavoro di affiancamento di liste civiche in città - dice all'agenzia Adnkronos, Filippo Nogarin -. Ovviamente prima si deve passare dalla piattaforma Rosseau per poi avere il via libera alla sperimentazione. A Livorno, da quando governiamo, abbiamo sempre avuto rapporti con comitati. Stella Sorgente (attuale vicesindaco e prossimo candidato dei Cinquestelle, ndr) rappresenta in questo un'espressione di un attivismo che parte proprio dai comitati. Quindi, ben venga". "Non solo - conclude Nogarin -: a Livorno siamo sempre stati un avamposto, rappresentiamo un modello. Qui abbiamo fatto delle cose per la prima volta, come ad esempio il reddito di cittadinanza; sono state sperimentate tante buone pratiche, come il risanamento dell'Aamps. Proprio a Livorno potrebbe quindi avvenire la prima sperimentazione di un lavoro fatto cercando di coinvolgere le migliori espressioni della società civile".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rosignano, scontro tra camion e auto sulla SR 206: due feriti

  • Isola d'Elba: avvistato il Khalilah, lo yacht tutto ricoperto d'oro

  • Funerale Andrea Matteucci, San Jacopo gremita per l'ultimo abbraccio a "Gas"

  • Coronavirus Toscana, albergo sanitario obbligatorio per i positivi: "Scongiurare il moltiplicarsi di focolai domestici"

  • Casting, cercasi bambine e ragazze per il film sulla cantante Nada: come candidarsi

  • Allerta meteo a Livorno per sabato 4 luglio: codice giallo per piogge e temporali

Torna su
LivornoToday è in caricamento