Il Confronto, Pasquale Lamberti sulle orme del padre

Il figlio dell'ex sindaco Gianfranco proverà a ricalcare la carriera politica del padre: "Fare il sindaco è il mestiere più bello per chi ama la propria città"

Pasquale Lamberti. Foto LivornoToday / Simone Lanari

La lista è la stessa, ma il confronto non sarà tra padre e figlio, anche se sarà inevitabile un paragone tra chi ha governato per oltre due mandati la nostra città e chi, adesso, proverà a seguirne le orme. Pasquale Lamberti, figlio del compianto ex sindaco di Livorno Gianfranco, è infatti in piena corsa per le elezioni comunali 2019. Si presenterà con la lista fondata proprio da papà Gianfranco, Il Confronto appunto, di cui adesso è presidente, e per quanto non abbia ancora ufficializzato la propria candidatura alla poltrona di prima cittadino, la voglia di riprendere il cammino politico del padre è tanta. Lo dice a LivornoToday, a margine della presentazione della cerimonia prevista il 24 gennaio al teatro Goldoni per ricordare proprio papà Gianfranco che, lo stesso giorno di 15 anni prima, aveva riconsegnato alla città lo storico teatro finalmente riportato al suo antico splendore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LA CANDIDATURA - "Candidarmi a sindaco? È indubbiamente il mestiere più bello per un livornese che ama la propria città – dice Lamberti –, ma io sono soltanto il presidente dell'associazione, non il candidato". Eppure tutto lascia intuire il contrario: "Siamo tanti e non sarò certo il solo a prendere delle decisioni – continua Lamberti –, di certo però dirò la mia. E poi non vedo perché dovremmo essere i primi a fare un nome: gli altri non ne hanno ancora fatti, ma forse perché non hanno candidati forti, non ne trovano o semplicemente non vogliono uscire allo scoperto". Una cosa, tuttavia, è molto chiara: Il Confronto sarà presente sulla scheda elettorale, da solo, senza fare da stampella a nessun partito come invece ipotizzato da qualche addetto ai lavori: "L'associazione che mio padre volle fortemente – chiude Lamberti – è libera, indipendente e civica. Abbiamo le idee molto chiare: si parla soltanto dei problemi della città e si cercano soluzioni. Qui ci sono persone totalmente indipendenti dai partiti, da determinate classi dirigenti. Ed è questa la ragione per cui correremo da soli".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Estate 2020, slittano le riaperture dei bagni: "Troppe incognite, poco tempo per organizzarsi". A rischio la stagione ai Fiume

  • Baracchina Rossa multata, lo sfogo del titolare e le scuse dal sindaco: "Siamo esasperati". Salvetti: "Non lucreremo sui livornesi"

  • Truffe internazionali nella vendita delle case, 28 i casi a Livorno: quattro arresti, sequestrate villa e auto di lusso

  • Mare, senza regole il buon senso non basta: Romito invaso dai bagnanti, criticità alla Cala del Leone e nei moletti

  • Coronavirus, il racconto di un livornese in Brasile: "Qui è il caos, contagio fuori controllo nelle favelas"

  • Violenta lite a colpi di bottiglie in piazza XX Settembre, all'arrivo della municipale un uomo si denuda: due feriti

Torna su
LivornoToday è in caricamento