La Raggi corteggia Nogarin: il sindaco nuovo assessore all'Ambiente di Roma?

Dopo Lemmetti (Bilancio), la giunta cinquestelle potrebbe portare nella Capitale l'attuale primo cittadino di Livorno

Ha rinunciato al secondo mandato da sindaco perché voleva tentare di entrare nel Parlamento di Bruxelles alle elezioni europee. Fallita la missione, per il sindaco Nogarin potrebbe prospettarsi un futuro comunque legato alla politica. Rumors provenienti da Roma, guidata dalla 5stelle Virginia Raggi, vorrebbero l'attuale primo cittadino di Livorno nuovo assessore all'Ambiente della capitale. Soltanto chiacchiere o c'è qualcosa di concreto? Il sindaco prova a fare spallucce "Non confermo né smentisco" ha dichiarato a LivornoToday. Dopo Lemmetti (Bilancio), l'amministrazione capitolina avrà in giunta un altro livornese?

Nogarin per il dopo Montanari

La Raggi è a un bivio: dopo le dimissioni di febbraio dell'assessore all'Ambiente Pinuccia Montanari, il sindaco ha ereditato le deleghe ma adesso, dopo oltre 3 mesi, deve decidere se mantenerle o riassegnarle. Il primo cittadino della Capitale sarebbe orientata verso questa seconda opzione e al momento i candidati sarebbero l'ex parlamentare europeo dell'M5S Dario Tamburano e il sindaco di Livorno Filippo Nogarin. Il primo, tuttavia, sembrerebbe aver già declinato l'offerta e, tra l'altro, Nogarin gode della "spinta" di Gianni Lemmetti, assessore al bilancio prima a Livorno e ora a Roma. 

Dopo Aamps tocca ad Ama?

Ma perché il nome di Nogarin è tenuto così in considerazione a Roma? La sua fede politica è senza dubbio un fattore importante, ma non decisivo. Ama, società italiana che opera nel settore dei servizi ambientali per conto della Capitale, è in profonda crisi con conti in rosso (indiscrezioni parlano di 80 milioni) e ultimo bilancio approvato nel 2016. Il ragionamento che la Raggi ha fatto potrebbe essere il seguente: perché non affidare la guida della società che gestisce i rifiuti a chi ha già salvato la propria? Grazie al concordato approvato dalla giunta Nogarin, Aamps (società dei rifiuti di Livorno, ndr), che vantava un debito di diverse decine di milioni di euro, ha chiuso il bilancio 2018 con un utile netto d'esercizio pari a 1.538.485 euro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nogarin: "L'esclusione dalle Europee? Disorientato"

Nogarin: "Non confermo nè smentisco"

Ma Nogarin, dopo la delusione del mancato approdo al Parlamento Europeo, è pronto a rimettersi in gioco? Il sindaco prova a non sbilanciarsi: "Non confermo né smentisco le voci riguardo Roma - ha dichiarato a LivornoToday -. Per il momento sono ancora il primo cittadino di Livorno, dopo vedrò cosa fare". La sensazione è che qualcosa stia bollendo in pentola e che a breve potrebbero esserci grandi novità. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isola d'Elba: avvistato il Khalilah, lo yacht tutto ricoperto d'oro

  • Mick Jagger sceglie Bolgheri e la Toscana per le sue vacanze estive

  • Coronavirus Toscana, albergo sanitario obbligatorio per i positivi: "Scongiurare il moltiplicarsi di focolai domestici"

  • Tragedia ai Tre Ponti, 81enne muore annegato dopo aver accusato un malore

  • Coronavirus, un caso tra Livorno e provincia, altri otto in Toscana. Il bollettino di sabato 4 luglio

  • Mascagni Festival, palcoscenico alla Terrazza e anteprima in Fortezza Nuova: tra i protagonisti anche Luca Zingaretti. Il programma

Torna su
LivornoToday è in caricamento