Bilancio, dal riequilibrio oltre un milione di euro per il sociale: "Serviranno per casa, disabilità e rsa"

La manovra prevede la redistribuzione dei fondi: finanziamenti per agevolazioni Tari, case popolari e servizi di assistenza diretta handicap

Che nel bilancio lasciato dalla precendente amministrazione a guida Cinquestelle mancassero i soldi per i servizi prioritari, la nuova giunta Salvetti lo aveva detto da subito. Come redistribuire le risorse, in attesa che venga presentata in consiglio comunale la manovra di riequilibrio, lo dicono di volta in volta gli assessori di riferimento. E allora, dopo le prime indicazione dell'assessore al Bilancio, Viola Ferroni, e le garanzie in tema di trasporto urbano date dall'assessore all'Ambiente e alla Mobilità, Giovanna Cepparello, ecco che tocca ad Andrea Raspanti spiegare come il Comune abbia deciso di destinare oltre un milione di euro al sociale sulla base di un'analisi delle urgenze. 

Raspanti: "Necessità di intervenire su settori critici quali casa, disabilità e rsa"

"I bisogni sono tanti e il bilancio, per la parte sociale, era purtroppo stato lasciato sguarnito dalla precedente amministrazione - dice Raspanti -. Avevamo la necessità di intervenire in modo concreto su alcuni settori particolarmente critici: casa, disabilità, rsa. Abbiamo pertanto ripristinato il contributo del Comune alle morosità incolpevoli, che gravano sul bilancio di Casalp e che ne riducono i margini di azione, e stanziato risorse per aiutare i redditi più fragili a pagare la Tari. Non solo: è stato integrato il fondo di supporto per la prevenzione degli sfratti e aumentato il fondo per l'accoglienza alberghiera straordinaria, mentre abbiamo recuperato risorse per il ripristino di alcune strutture di accoglienza a disposizione dell'emergenza abitativa chiuse da tempo e da tempo in attesa di interventi straordinari. Oltre a questo, infine, siamo intervenuti potenziando i servizi di assistenza diretta rivolti alle persone disabili e finanziando le manutenzioni ordinarie delle rsa". 

Riequilibrio di bilancio, oltre un milione di euro destinato al sociale

In totale 1 milione e 270 mila euro confluiranno nel sociale e saranno così suddivisi: le risorse per i contributi Tari saranno 250 mila euro per il 2020 e altrettanti per il 2021. Per Casalp e morosità incolpevoli nel 2020 saranno stanziati 225 mila euro e 300mila nel 2021 (stanziamenti coperti da una parte dal canone e dall'altra dal reso di bilancio). Per la manutenzione ordinaria delle residenze sanitarie assistite, sono stati stanziati 25 mila euro nel 2019. Sempre per l'anno in corso Il fondo di supporto a sfratti ed espropriazioni avrà invece a disposizione 50mila euro mentre, nel 2020, 70 mila euro andranno ai servizi di accoglienza alberghiera e nel 2021 ai servizi di assistenza diretta handicap andranno 100mila eur0.

Infine 89.500 euro saranno impiegati per il ripristino di strutture di accoglienza destinate all'emergenza abitativa. "Utilizzando un avanzo vincolato all'interno della delibera di variazione - si legge in una nota del Comune - si è riusciti a mobilitare risorse, permettendo all'amministrazione comunale di finanziare la ristrutturazione di due immobili designati all'accoglienza di persone e famiglie in gravi situazioni di disagio sociale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Calcio in lutto per la morte di Nicola Fiorenzani, giovane attaccante dell'Acciaiolo

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

Torna su
LivornoToday è in caricamento