C'era una volta l'ippodromo, animatore delle sere d'estate

L'ultima corsa nel 2015, i sigilli nel 2017: il triste destino di uno dei luoghi più amati dai livornesi. Ma adesso ci sarebbe la volontà di riaprirlo

C'era una volta l'ippodromo. In questa frase, che potrebbe sembrare l'inizio di una favola, è racchiusa tutta l'amarezza per il triste destino del Caprilli di Livorno, ormai mestamente chiuso ed abbandonato al degrado. Sì, perché le luci sullo storico impianto livornese si sono ormai spente definitivamente, con l'ultima corsa andata in scena nel dicembre 2015 e i sigilli fissati nel novembre di due anni dopo.

Ippodromo Caprilli, l'inaugurazione nel 1894 davanti a 20mila persone

Una lenta agonia, che ha portato a morire uno dei simboli della città di Livorno: il Caprilli, inaugurato nel 1894 alla presenza, si dice, di 20mila persone, era infatti un'emblema dell'ippica nazionale, ospitando le sfide tra i migliori cavalli ed i migliori fantini in circolazione. Ma non solo: l'ippodromo sul mare era una delle principali attrattive nelle sere d'estate, con migliaia e migliaia di persone che, dopo l'afa della giornata, decidevano di trascorrere qualche ora al fresco nel verde del prestigioso impianto. E non c'era occasione in cui le sue tribune non fossero stracolme, con il tifo ribollente che ciascuno rivolgeva verso il "proprio" cavallo, quello sul quale aveva scommesso. Immancabile poi, prima di ogni corsa, l'attesa al "tondino", scrutando attentamente gli animali nei momenti immediatamente precedenti la corsa per osservare se fossero "tranquilli e in forma”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La crisi dell'ippica e gli scontri politici: la fine delle corse e i progetti di riapertura

Poi tutto questo, malinconicamente, è finito. La crisi dell'ippica, gli scontri politici, le polemiche sulle gestioni e le battaglie giudiziarie hanno gradualmente portato a mettere la parole fine sul Caprilli, che adesso resta là, abbandonato a se stesso in attesa di una riqualificazione dell'area. Più volte se ne è parlato, di progetti se ne sono visti tanti: adesso l'input della nuova amministrazione, con il sindaco Luca Salvetti che si è tenuto per sé la delega agli impianti sportivi e allo sport, sembra andare in questa direzione, ovvero una riapertura dello storico impianto non soltanto per le competizioni equestri. Quantomeno per dare un segnale, si dovrebbe ripartire già ad agosto, con serate enogastronomiche e musicali. Nella speranza di poter scrivere il lieto fine di quella favola che inizia con "C'era una volta l'ippodromo...".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

  • Venezia: barche, biciclette e bottiglie sul fondale dei fossi più puliti. Le foto

  • Coronavirus Livorno, 3 morti e 9 nuovi positivi tra città e provincia: il bollettino di sabato 4 aprile

  • Coronavirus, autocertificazione per "matrimonio": Nicola e Virginia sposi con la mascherina

  • Coronavirus Livorno, ecco come richiedere il buono spesa. Salvetti: "Disponibile per il weekend"

  • Coronavirus, traffico di gente in via Cairoli ripreso da un autista "sceriffo". Video

Torna su
LivornoToday è in caricamento