Scherma, Pietro Torre è 17esimo ai Mondiali cadetti e juniores

Lo sciabolatore livornese, dopo una prima parte di torneo esaltante, è stato messo ko per 14-15 dall'uzbeko Genjebaev

Si conclude con un diciassettesimo posto l’avventura di Pietro Torre (foto pagina Facebook Fides Livorno) ai Mondiali Cadetti e Juniores, in programma in Polonia. A Torun, l’atleta livornese si è arreso per 14-15 contro l’uzbeko Genjebaev, dopo essere stato in vantaggio per 8-3. Un po’ di rammarico quindi per il giovane schermitore, protagonista comunque di un’ottima prova che lo ha visto trionfare in tutti e sei gli assalti della fase a gironi, mettendo ko il tedesco Meka, il cinese Jiang, il saudita Albahrani, il portoghese Barros, l’australiano Chen e l’islandese Kristjansson. Per lui vittoria anche contro Alwahaib, sciabolatore del Kuwait, prima dell’inatteso ko con Genjebaev.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovato morto a 43 anni, la Leccia piange Alessio Morelli. Il ricordo di una volontaria Svs: "Un bravo ragazzo"

  • Tragedia alla Leccia, 43enne trovato morto in casa

  • Le cinque migliori pizzerie di Livorno

  • Dramma nel ciclismo, muore Walter Passuello: l'ex professionista aveva 68 anni

  • Calciomercato Livorno: acquisti, cessioni e trattative. Gli aggiornamenti della sessione invernale

  • Livorno in vendita, il gruppo argentino: "A Genova da Spinelli? Sì, con la garanzia che non cambi l'accordo"

Torna su
LivornoToday è in caricamento