Eccellenza, la Pro Livorno debutta sul campo del Camaiore. Niccolai: "Gara difficile, ma vogliamo partire bene"

I biancoverdi, nell'anno del centenario, vogliono recitare un ruolo da protagonisti. Il tecnico: "Obiettivo fare meglio dell'anno passato"

Poche ore al via del nuovo campionato di Eccellenza, che vedrà per la seconda volta consecutiva ai nastri di partenza la Pro Livorno Sorgenti. Una stagione particolare per i biancoverdi, che proprio quest'anno festeggiano il centenario della nascita della società, celebrato con una grande festa al campo Magnozzi nella giornata di venerdì 7 settembre. Una spinta in più per tentare di recitare ancora una volta un ruolo da protagonisti, cercando di ripetere, se non migliorare, l'ottimo rendimento del passato torneo, quando i livornesi conclusero la stagione al quarto posto, con i playoff sfuggiti solamente per l'eccezionale cammino di Grosseto e Fucecchio.

Niccolai: "Campionato più difficile del precedente, ma noi vogliamo fare ancora meglio"

Primo avversario della formazione livornese sarà l'ostico Camaiore (gara in programma domenica 8 settembre alle 15 allo stadio comunale di Camaiore), che nello scorso campionato ha conquistato nel finale una sofferta salvezza. A presentare la sfida e il cammino che attende i biancoverdi, durante le celebrazioni per il centenario, è intervenuto il confermatissimo tecnico Matteo Niccolai.

Mister, l'inizio del campionato è ormai alle porte. Qual è il vostro obiettivo per questa stagione?

"L'obiettivo è sempre quello di fare meglio dell'anno precedente. La scorsa stagione siamo arrivati quarti ad un punto dalla terza e cercheremo di continuare su quella strada, tentando di rimanere nella parte sinistra della classifica. Sarà però un campionato più difficile rispetto a quello passato: nello scorso torneo c'erano il Grosseto, una squadra fuori categoria, e il Fucecchio, che andava come una Ferrari, mentre quest'anno ci saranno tante pretendenti alle prime posizioni della classifica. Penso ad esempio al Cuiopelli, alla Massese o al Tau Calcio".

Nella scorsa stagione i playoff sono sfumati non tanto per demeriti vostri, quanto per un cammino incredibile di Grosseto e Fucecchio. È stata smaltita la delusione per quella che sarebbe potuta essere una grande occasione?

"Il rammarico ovviamente c'è stato: per noi, da neopromossi, sarebbe stata una grandissima soddisfazione poter disputare i playoff, ma va dato merito al Fucecchio che, dopo aver perso lo scontro diretto contro il Grosseto, è stato in grado di collezionare dieci vittorie di fila. Si sono meritati di accedere agli spareggi promozione".

Domenica il primo impegno sul campo del Camaiore: cosa si aspetta da questa gara?

"Noi veniamo da una sconfitta interna per 5-3 contro il Cenaia in Coppa Italia, in una gara in cui abbiamo buttato via tre reti di vantaggio. Dovremo andare laggiù concentrati, sapendo di affrontare una delle pretendenti alle zone alte della classifica. Loro hanno rinnovato la squadra, prendendo fra gli altri un attaccante di categoria superiore come Pegollo. Hanno poi un allenatore molto bravo e preparato come Moriani: sarà una partita difficile".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cake Star, Chef Carrara a Livorno per trovare la migliore pasticceria

  • Spezia-Livorno, scontri con la polizia: rischio daspo per 23 tifosi amaranto

  • Contromano sulla Variante, muore a 21 anni nello scontro frontale con un'auto

  • A scuola di livornese: origine, significato e funzioni del dé

  • Da Hollywood a Livorno, Stanley Tucci tra i banconi del Mercato Centrale

  • Esercito, polizia e vigili del fuoco in via Terrazzini: strada chiusa, ma è un falso allarme

Torna su
LivornoToday è in caricamento