Livorno, la carica di Filippini: "Classifica disperata, ma non dobbiamo mollare"

L'ex centrocampista prende il posto dell'esonerato Roberto Breda, al quale è stata fatale la sconfitta nel derby con il Pisa: "Riaccendere la speranza"

Toccherà ad Antonio Filippini guidare il Livorno in questa ultima fase di campionato, con gli amaranto che, salvo miracoli, sembrano ormai condannati alla retrocessione. L'ex centrocampista, entrato a far parte dello staff tecnico già lo scorso 25 novembre, ha infatti preso il posto di Roberto Breda, esonerato per la seconda volta in stagione dopo la sconfitta per 1-0 nel derby di Pisa. Al suo fianco, come vice, ci sarà David Balleri, mentre resteranno ai loro posti il preparatore atletico Donatello Matarangolo ed il preparatore dei portieri Pietro Spinosa.

Filippini: "Classifica disperata, ma è vietato mollare"

"Siamo in una situazione di classifica disperata – ha detto Filippini al sito ufficiale del Livorno -, dobbiamo essere consci di questo per poter cercare di reagire. Dobbiamo avere perseveranza in ogni allenamento e, da questo impegno costante, cercare di raggiungere una serie di risultati positivi consecutivi per poter sperare ancora nella salvezza. Nel calcio, come in tutte le competizioni, non si deve mai mollare di un centimetro. Il futuro è già l'allenamento di oggi: facendo sempre bene e lottando con costanza, potremo vedere di affrontare con entusiasmo le prossime partite. Modulo? Conosco benissimo i ragazzi essendo qua da quattro mesi – ha affermato -, ma non ho ancora deciso lo schema da adottare. Nella prossima partita ci mancherà Marras che sarà squalificato, per il resto vedremo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infine, una battuta sull'emergenza Coronavirus, che potrebbe mettere a rischio la conclusione del torneo: "Dobbiamo rispettare le regole che ci sono state imposte dallo Stato. Sotto l'aspetto calcistico-sportivo, vedremo quali saranno le decisioni di Coni, Figc e Lega e agiremo di conseguenza".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, lo studio: Toscana ultima regione italiana a fermare la diffusione dei contagi

Torna su
LivornoToday è in caricamento