Livorno, Diamanti chiude al ritorno: "Amo l'amaranto, ma in estate la società ha fatto la sua scelta"

L'ex fantasista, intervistato da Gianlucadimarzio.com, esclude una sua terza esperienza: "Niente e nessuno cancellerà la stima che provo verso la città, ma sono una persona seria e ho un contratto da rispettare"

La scelta di Breda, avallata dalla società, di non confermare Alessandro Diamanti per questa stagione aveva fatto storcere il naso a più di un tifoso. "Giocheremo meglio" erano state le parole del tecnico. Parole però alle quali non sono susseguiti i fatti visto che il Livorno è all'ultimo posto in classifica con il tecnico che, pur di restare e non essere esonerato, ha accettato di essere affiancato da Antonio Filippini in panchina. Sono in tanti in città a invocare un ritorno del fantasista che, al momento, veste la maglia del Western United in Australia. Ma è veramente possibile che Diamanti possa vestire nuovamente l'amaranto? A smentire questa ipotesi è stato lo stesso giocatore, intervistato da Gianlucadimarzio.com

Diamanti: "Non torno a Livorno neanche se mi chiama Spinelli"

Le parole di Diamanti non lasciano molto spazio all'immaginazione: "Se il presidente Spinelli mi volesse riportare al Livorno? Non tornerei. Amo Livorno, la città e i suoi tifosi ma determinate scelte sono state già prese mesi fa. Sono una persona seria e voglio rispettare il mio attuale contratto. Qui sto benissimo, mi sto godendo al massimo questa esperienza. Nessuno cancellerà la stima e l’affetto che provo per Livorno ma non torno". Il Livorno quindi dovrà cercare di raggiungere la salvezza senza "Alino", ma dovrà necessariamente rinforzarsi durante il mercato di gennaio, come ammesso dallo stesso Spinelli. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Livorno, morto il primo paziente risultato positivo al Covid-19: aveva 55 anni, era ricoverato da 25 giorni

  • Coronavirus Livorno, file ordinate ai supermercati e spesa a domicilio: ecco i negozi che consegnano a casa

  • Coronavirus, è morto Paolo D’Ercole: ex portiere di calcio e dipendente Aamps, aveva 69 anni

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi a Livorno, 224 in Toscana. Il bollettino di venerdì 27 marzo

  • Coronavirus, un morto a Cecina e 35 nuovi casi tra Livorno e provincia: il bollettino di lunedì 30 marzo

  • Coronavirus, tre morti e 16 nuovi positivi tra Livorno e provincia: il bollettino di domenica 29 marzo

Torna su
LivornoToday è in caricamento